Professione Nonni – Uscita n.1

By on 8 Giugno 2013

nonno e nipotedi Nonna Ciona

IQ.08/06/2013 –  Buongiorno a tutti, oggi è arrivata l’estate. Devo dire che dove vivo io, si assapora con gusto, e’ bello camminare sotto al sole accompagnati da una leggera brezza….

Oggi vorrei riportare la testimonianza di una nonna che ha assistito ad una scena spiacevole durante la recita della nipotina.

Una delle nonne era intenta a vedere la recita quando si e’ sentita tirare da dietro da una donna che le ha intimato di girarsi. Tra le due non corre buon sangue, sono entrambe le nonne di un bimbo, ma i loro figli non si sono mai sposati.

Purtroppo vivono anche separati e il bimbo vive con la madre, dal momento che suo padre, gia precedentemente sposato e con altre due figlie, fa anche uso di sostanze stupefacenti.

Direi cari amici, che dovremmo affrontare quest’argomento. Quanti di voi si trovano nella posizione della madre del genitore che lavora per crescere un bimbo e quanti in quella di chi invece hanno avuto la sfortuna di avere un figlio padre che fa uso di droga…..se non siete in nessuna delle due posizioni, ritenetevi nonni fortunati.

Ma imparate una cosa: in entrambi i casi i nonni vivono situazioni di disagio che a volte si riflettono anche sul loro essere nonni. Normalmente, quando avviene una separazione, i bimbi restano a vivere con la mamma, soprattutto in situazioni come quella che vi sto raccontando.

Ed ecco che i nonni, molte volte sono costretti a fare i genitori per la seconda volta. E’ facile per chi vive all’esterno giudicare e dire che nessuno si deve intromettere. La nonna strattonata, e’ proprio quella delle due che ha sua figlia e suo nipote in casa e si trova a fare la nonna a tempo pieno. L’altra, colei che reclamava i suoi diritti di nonna, questo ruolo non lo ha abbracciato da subito anzi, molto chiaramente disse fin dall’inizio che “esigeva di tenere con se i nipoti almeno una volta la settimana ma solo quando sarebbero stati piu’ grandicelli, per farsi delle belle passeggiate”.

Sembra una situazione di comodo, inoltre la stessa difende suo figlio che attualmente e’ in stato di fermo perche’ oltre ad usare la droga, la spaccia. Credetemi colleghi nonni, non e’ facile gestire nessuna delle due posizioni, mettiamoci nei panni di quelle due nonne; loro si sono offese a vicenda, ma chi ha colpa di cio’ sono i loro figli incapaci di gestire la situazione.

In questi casi dovrebbe esserci tanta comprensione, da parte della nonna a tempo pieno comprendere che ha che fare con una madre sfortunata e dalla parte della madre di colui che va in giro a mettere su famiglie per poi smontarle, dovrebbe capire che non puo’ pretendere di avere con se il bimbo quando vuole, deve essere piu’ umile ed educata, telefonare e chiedere se puo’ vedere il nipote senza aggredire chi ce la mette tutta per essere mamma e nonna allo stesso tempo.

Un filosofo di nome Gesu’ disse “chiedete e vi sara’ dato” perche’ chi chiede ottiene.

Cari amici, oggi e’ l’unico giorno che ho Tempo tutto per me, dal momento che non avro’ Laura e neanche Gaia,l’ultima nata.

Vi auguro di passare un bel sabato, riposatevi e, se ve la sentite, lasciate un commento su questa rubrica, non ve ne pentirete, scrivere serve molto, soprattutto quando non si conosce l’altro interlocutore.

A me rende libera di esprimermi, e poi e’ un’ottima pratica per esercitare la mente, perche’ per essere nonni non si deve diventare necessariamente vecchi. Pensate alla faccia che faranno i nipoti ormai grandicelli che leggeranno i vostri commenti quando glieli condividerete….Un abbraccio virtuale a tutti

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.