Professione Nonni di Laura Cugini.

By on 9 Aprile 2014

Buongiorno cari deliziosi lettori, purtroppo i molti impegni mi hanno portato via da voi, ma sento il desiderio di scrivervi, questa mattina finalmente riesco anche a stare seduta davanti al pc ed è una cosa bellissima.

Ho trascorso l’inverno in compagnia dei dolori più strani che si spostavano dalla colonna al ginocchio, togliendomi la possibilità di compiere movimenti semplici ma parlando con altre amiche ho saputo che per loro è stata la stessa cosa, però non mi sono arresa.

Seguendo i consigli del Dott. Brozzi, ho fatto una buona fisioterapia ed ho assunto della glucosamina, elemento importante per le ossa, così da oggi, almeno spero, potrò dedicare nuovamente il mio tempo anche a voi.

Vi confesso cari colleghi nonni, di aver ricevuto molti messaggi ai quali non ho potuto rispondere e per questo vi chiedo scusa, ma non abbiate timore scrivere alla Dott.ssa Nicolini, la quale è a vostra completa disposizione sul nostro giornale telematico www.informazionequotidiana.it

Con questo non vi nego che mi fa piacere sapere che alcuni mi scrivono i loro problemi, ma, come vi ho già spiegato all’inizio, io sono una semplice donna mamma di tre figli e nonna di due nipotine, dunque le mie competenze si fermano ad esperienze di vita vissuta.

Come dice sempre Laura, mia nipote, “nonna ciona sà tutto”….facile a dirsi, soprattutto se a farlo è una bimba di sei anni, un pochino più complicato essere così perfetti.

Ma a proposito di questo, dovete sapere che con Laura ieri abbiamo finito di costruire il nostro tavolino di legno, avete capito bene, abbiamo comprato il legno e, munite di ogni attrezzo utile, abbiamo portato a termine la nostra piccola opera.

Laura ha voluto anche un ripiano porta giornali ed uno chiuso dove lei “nasconderà i suoi segreti”, riconosco che è venuto un bel lavoro ed ora il tavolino è posizionato tra due poltrone in legno fuori la mia enorme veranda, ci stiamo preparando per l’estate ed è così che insieme, abbiamo passato l’impregnante anche agli altri mobili di legno.

E’ stata una bella esperienza, mia nipote mi tracciava le linee da seguire sul legno, guardava bene i i suoi disegni e mi passava le viti che io pian piano inserivo, lei metteva la colla ed io misuravo con il metro……insomma miei deliziosi lettori, il tavolino è venuto molto bene ed è anche gradevole da vedere.

Finito il lavoro, prima di passare l’impregnante ci siamo sedute entrambe sul tavolinetto e Laura guardandomi ha detto “nonna ciona siamo due brave falegname….” le ho risposto che nella vita non era tra tra le mie aspirazioni, ma che aver eseguito questo lavoro con un’aiutante come lei, mi aveva gratificato molto, così ora siamo d’accordo che oggi useremo la macchina per cucire e preparare i rivestimenti per i cuscini.

Spero che il mio piccolo racconto sia servito anche alla nostra amica Lory la quale si è lamentata del fatto che il suo nipotino passa troppo tempo davanti alla televisione, anche a me succede, quando non mi viene in’idea per un gioco nuovo e quello di ieri per mia nipote è stato un semplice gioco.

Cara Lory, coinvolgi tuo nipote in semplici lavoretti, non devi per forza costruire un tavolino, ma puoi sempre farti aiutare a fare una qualsiasi cosa, l’importante è farlo sentire utile, allora smetterà di guardare cartoni e si metterà vicino a te per darti una mano, con questo, amici cari, vi lascio al vostro lavoro e invio a tutti un sincero abbraccio virtuale, nella speranza di essere di nuovo sulla nostra rubrica, anche domani.

nonna ciona

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.