Professione Nonni di Laura Cugini

By on 16 Ottobre 2013

nonno e nipoteIQ. 16/10/2013 – Buon pomeriggio cari dolcissimi colleghi nonni, non sò voi, ma io oggi devo fare tutto di corsissima, Gaia è con me da questa mattina e, dopo aver fatto una ricca merenda, si è addormentata, ma sono tranquilla perchè questa mattina si è svegliata alle sei. Oggi è particolarmente euforica poi, perchè già da ieri sera ha iniziato a camminare sola….o quasi.

Mia figlia eccitatissima, ieri sera ha subito telefonato per dare la notizia a me e al nonno, io questa mattina ero talmente contenta che….non riuscivo ad alzarmi dal letto! “che bello” le ho risposto inizialmente, ma poi pensandoci bene non l’ho trovato cosi eccitante, sapete cari colleghi nonni, finchè una teppistella cammina e l’altra la possiamo gestire, la cosa si può anche fare, ma ora?

Saputa la notizia Laura mia figlia ha deciso che questa sera dormiranno tutte da me, sapete quei meravigliosi “pigiama party” tanto in voga in America, dico io, ma per festeggiare con tutte le case che hanno, devono venire proprio in quella di nonna ciona?

Evviva figli e nipoti, ieri mentre passeggiavo con le mie due nipotine mi sono andati gli occhi su i manifesti che vengono affitti in città dopo i decessi e due riportavano l’età delle donne che erano venute a mancare, su di uno vi era scritto 51, sull’altro 57………credetemi deliziosi amici di questa rubrica, ho pensato subito ai loro figli e nipoti e ho continuato la mia passeggiata con le bimbe pensando che nessuno conosce il proprio destino e forte di questo, mi sono chiesta se ho già insegnato abbastanza ad entrambe per poter un giorno fare a meno di me….

Ma questa è la vita, comunque sia, tornate a casa, mi sono messa a dipingere insieme a loro che sono riuscite a fare un disegno molto bello e colorato, mi sono messa in testa che devo sbrigarmi ad insegnar loro tutto ciò che sò fare, Lauretta riesce a tenere l’ago in mano, infila le perline, crea giochi con del semplice cartoncino, tra non molto toccherà anche a Gaia, anche se pensandoci bene le mie due figlie sono….me.

Forse la mancanza di una persona si sente quando la stessa ha molto da insegnare ma io credo che mancherò, non solo per quello che sono capace a fare, ma perchè non stò mai zitta.Vi lascio al vostro lavoro cari deliziosi colleghi nonni, vi invio un grande abbraccio virtuale ed uno al direttore di wwwinformazionequotidiana.it il vostro giornale telematico preferito, credo l’unico giornale telematico che dà notizie in tempo reale ma che mette al corrente tutti di tutto . Ho scritto il giusto o no?

nonna ciona

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.