Professione Nonni di Laura Cugini

By on 8 Gennaio 2014

Buon pomeriggio cari deliziosi colleghi nonni, eccomi di nuovo con voi dopo la parentesi da “scrittrice per caso” come uso definirmi io.

Ho finalmente completato il libro di poesie che ho curato per il Dott. Brozzi e che, spero, vada in stampa al più presto, se devo essere sincera è stato l’editore a dirmi di avere pazienza ed io l’ho fatto, tanto che il sei gennaio, sono finita tra i “pazienti” del pronto soccorso di Latina, che in quanto a pazienza ne avevano molta.

In pratica dovevo mettere un paio di punti ad una piccola ferita e mi hanno fatto “pazientare” quattro ore…..e con il numeretto, ma questo l’avrete già sentito alla televisione, per quanto riguarda la mia professione di nonna invece, in questo periodo ho fatto poco, diverse volte ho avuto con me solo Laura, per poter lavorare sul libro, Gaia, la più piccola va controllata a vista, e per quanto possa essere una bambina adorabile, ha sempre un anno.

Con Laura ci siamo ripetute bene l’alfabeto e le ho insegnato i dittonghi, questo perchè il suo nome ne contiene uno, ossia au e volevo che lo sapesse prima che glielo facesse notare la maestra.

Ormai è arrivato il momento di sceglierle anche la scuola,alla fine di gennaio solitamente terminano le iscrizioni e anche se la cosa cambia nei diversi comuni, è quella la data che si stabilisce come ultima per iscrivere i bambini in prima elementare.

Ma sono convinta che mia nipote non avrà grosse difficoltà perché, a parte la pre scolarizzazione che ormai si fa da anni, con me e sua madre, oltre a giocare con le sue adorate Barbie, ha sempre scritto e disegnato molto, insomma, abbiamo cercato di essere per lei un buon aiuto per la socializzazione con gli altri bambini.

Infatti ho notato che a scuola Laura sta molto volentieri con le sue compagne d’asilo mentre scrivono e disegnano, viceversa se la vengono a trovare a casa, allora non socializza più, guai a chi le tocca i gioch.

Certe volte diventa una fatica per la madre farle capire che deve condividere i suoi giochi se vuole trovarsi bene con gli altri e lei alla fine cede…..condividendo solo i giochi più vecchi e che non le interessano più.

l’importante è che capisca l’importanza di stare con gli altri e in mezzo agli altri e non credo che per questo mia nipote avrà difficoltà.

Vi lascio al vostro lavoro cari colleghi e scendo a fare una passeggiata con il cavalier di mia nipote,

Un abbraccio virtuale

nonna ciona

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.