Primi adempimenti regionali.

By on 14 Marzo 2013

zingarettidi Donato Robilotta

IQ. 14/03/2013 – Vedo un po’ di confusione della stampa sugli adempimenti da fare dopo le elezioni regionali, per questo mi permetto di scrivere un piccolo post-vadamecum.

Martedì 12 Marzo Nicola Zingaretti è stato proclamato eletto da parte della Corte di Appello e subito dopo, a norma dell’articolo 45 dello Statuto, si è insediato da Presidente della Regione nel palazzo sulla Cristoforo Colombo.

Il neo Presidente (art. 42 dello Statuto) ha dieci giorni di tempo per eleggere la nuova giunta regionale, che sarà composta da non più di dieci membri, rispetto ai sedici della passata amministrazione, in virtù dell’applicazione delle nuove normative statali e dell’accordo intervenuto in sede di Conferenza Stato-Regioni.

La giunta dovrà essere composta almeno di un terzo di donne ma il neo eletto Presidente ha dichiarato che sarà fatta per metà di donne.

La giunta verrà presentata al Consiglio nel corso della prima riunione dopo la nomina stessa insieme al programma politico-amministrativo dell’esecutivo.

La giunta non riceve più la fiducia dal Consiglio che non vota neanche il programma che è quello approvato dagli elettori.

Dunque gli assessori, che possono essere revocati o sostituiti in qualunque momento dal Presidente, sono dei suoi collaboratori.

Tutto questo perché con la elezione diretta del Presidente la Regione ha un assetto Presidenzialista e il vero dominus è lui che ha avuto il mandato di governare direttamente dai cittadini attraverso una investitura popolare.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.