Prezzi all’importazione dei prodotti industriali

By on 17 Marzo 2015

Nel mese di gennaio 2015 l’indice dei prezzi all’importazione dei prodotti industriali diminuisce dell’1,5% rispetto al mese precedente e del 6,4% nei confronti di gennaio 2014.

Al netto del comparto energetico l’indice rimane invariato rispetto al mese precedente ed ha un aumento dello 0,1% in termini tendenziali.

I prezzi dei beni importati presentano, rispetto al mese precedente, variazioni negative dello 0,3% per l’area euro e del 2,3% per l’area non euro. In termini tendenziali si registrano diminuzioni dello 0,6% per l’area euro e del 10,5% per quella non euro.

Riguardo ai contributi settoriali alla dinamica tendenziale dell’indice generale, per l’area euro quello più rilevante deriva dai beni di consumo non durevoli e dai beni intermedi (-0,6 punti percentuali per entrambi). Per l’area non euro il contributo più ampio proviene dal comparto energetico (-10,8 punti percentuali).

Il settore di attività economica per il quale si rileva la diminuzione tendenziale dei prezzi più marcata è sia per l’area euro che per quella non euro quello della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (rispettivamente -17,3% e -24,6%).

Le serie storiche complete degli indici dei prezzi all’importazione sono diffuse in allegato al comunicato stampa.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.