Papa Francesco apre la Porta Santa a S.Giovanni

By on 13 Dicembre 2015

Roma, dopo Bangui e il Vaticano. La terza Porta Santa aperta da papa Francesco è quella della basilica di San Giovanni in Laterano, dove ha sede il vicariato. E lancia un monito contro quella che definisce “arroganza dei governanti”. Nell’omelia della messa, il pontefice dice che “non possiamo lasciarci prendere dalla stanchezza; non ci è consentita nessuna forma di tristezza, anche se ne avremmo motivo per le tante preoccupazioni e per le molteplici forme di violenza che feriscono questa nostra umanità”. Quello che Bergoglio pronuncia è un incoraggiamento “in un contesto storico di grandi soprusi e violenze, ad opera soprattutto di uomini di potere”: “Dio – scandisce il Papa – fa sapere che lui stesso regnerà sul suo popolo, che non lo lascerà più in balìa dell’arroganza dei suoi governanti, e che lo libererà da ogni angoscia”.

Il pontefice torna anche sul senso della misericordia, tema chiave dell’Anno Santo in difesa del quale si era pronunciato anche durante l’udienza generale di mercoledì scorso e per il quale l’8 dicembre in San Pietro aveva rimarcato il primato rispetto al giudizio e alla condanna. Ricordando le parole del Battista che invita “ad agire con giustizia e a guardare alle necessità di quanti sono nel bisogno”, Francesco aggiunge: “A noi, invece, viene chiesto un impegno più radicale: davanti alla Porta Santa che siamo chiamati a varcare, ci viene chiesto di essere strumenti di misericordia, consapevoli che saremo giudicati su questo”. E rimarca che “Dio non ama le rigidità lui è padre, è tenero, tutto fa con tenerezza di padre”

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.