Padoan: “Il livello di crescita conseguito non ci entusiasma. No aumento Iva”.

By on 19 Aprile 2017

”Il livello di crescita conseguito non ci entusiasma, non ci possiamo dire soddisfatti”. Lo afferma il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, in audizione nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato, impegnate nell’esame del Def.

”Dovrebbe arrivare domani il dl completo”, che contiene la correzione del deficit dello 0,2%, ha annunciato Padoan. ”E’ piuttosto corposo ma questa non è una scusa” per il ritardo. ”Vorrei scusarmi con voi per questo ritardo”.

Nel 2017 il prodotto interno lordo registra un aumento per il quarto anno consecutivo ma ”la crescita debole e intermittente – sottolinea il ministro – è stata una persistenza dovuta a limiti strutturali”. Inoltre ”il tasso di disoccupazione resta inaccettabilmente elevato tra i più giovani”. Per ”cambiare questo quadro occorre coniugare una politica di bilancio orientata alla crescita tramite la riduzione del carico fiscale, il sostegno agli investimenti e un programma di riforme strutturali. Ciò deve essere perseguito in un contesto di debito che deve calare strutturalmente”.

”Un rallentamento o un’inversione della politica di consolidamento -avverte Padoan – sarebbe controproducente, soprattutto se i mercati imputassero a questa attitudine un rischio più elevato” di quello reale. ”Sarebbe una scelta rovinosa per il paese, della quale pagherebbero le spese soprattutto i ceti più deboli”.

Quanto all’Iva, ”l’intendimento del governo prevede di escludere” l’aumento nel 2018, previsto dalle clausole di salvaguardia. A legislazione vigente, ricorda il ministro, l’intervento di sterilizzazione è pari allo 0,9% del Pil. ”La manovra alternativa verrà definita nei prossimi mesi” dice Padoan.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com