Pa: Cgil Cisl Uil, domani 21 febbraio Attivo unitario al Tempio di Adriano, a seguire presidio all’Aran

By on 20 Febbraio 2019
Pa: Cgil Cisl Uil, domani 21 febbraio Attivo unitario al Tempio di Adriano, a seguire presidio all’Aran
Prosegue la mobilitazione per i contratti, l’occupazione e risorse per il welfare
Roma, 20 febbraio – ‘Il futuro è pubblico’. Domani 21 febbraio è in programma l’attivo unitario di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uilpa, che si svolgerà presso la Camera di Commercio di Roma, in piazza di Pietra, nella Sala del Tempio di Adriano, a partire dalle ore 10.30. Non si ferma la mobilitazione promossa dai sindacati del pubblico impiego di CGIL, CISL e UIL per rivendicare il rinnovo dei contratti, un piano assunzionale straordinario e maggiori risorse per il welfare. La mobilitazione proseguirà dalle ore 14.30 in Largo dei Lombardi nei pressi dell’Aran che, ad un anno dalla sottoscrizione dei contratti per la Sanità pubblica, le Funzioni Centrali e le Funzioni Locali, non ha ancora provveduto all’avvio delle Commissioni paritetiche per la definizione del nuovo sistema di classificazione del personale.
Un ritardo non più accettabile considerato che il lavoro delle commissioni paritetiche costituisce un tassello fondamentale per la revisione del sistema di classificazione, necessaria per rispondere alle esigenze ed al disagio delle lavoratrici e dei lavoratori che da troppi anni attendono una revisione dei profili professionali che consenta l’adeguamento degli stessi ai nuovi processi del lavoro.  Occorrono tempi certi per la definizione del nuovo ordinamento professionale  che tenga conto di una nuova e più moderna classificazione professionale.
Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa  proseguono dunque la mobilitazione perché sia riconosciuto il valore di chi garantisce servizi pubblici, perché sia garantito un futuro al pubblico.
#futuroèpubblico

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.