Osservatorio Intercomunale Rifiuti Zero della Tuscia Romana

By on 18 Aprile 2013

BraccianoIQ. 18/04/2013 – Consiglio unanime per la costituzione dell’Osservatorio Intercomunale Rifiuti Zero della Tuscia Romana

La discussione nella seduta dell’11 aprile

Unanimità al Consiglio comunale di Bracciano, nella seduta dell’11 aprile scorso, per l’approvazione della costituzione dell’osservatorio intercomunale “Rifiuti Zero della Tuscia Romana. L’osservatorio, ad oggi costituito dai Comuni di Bracciano, Trevignano, Canale Monterano, Tolfa, Allumiere e Santa Marinella, ha il “compito di monitorare la concreta attuazione del percorso Rifiuti zero ed il conseguimento degli obiettivi deliberati da ogni amministrazione comunale, indicare criticità, suggerire innovazioni e soluzioni, rendere il suddetto percorso verificabile e partecipato nonché costantemente in grado di aggiornarsi soprattutto alla luce dell’evolversi del quadro normativo nazionale ed internazionale ed in linea con gli obiettivi della Rete Nazionale Rifiuti Zero”.

Introdotta dalla relazione dell’assessore alle Politiche Ambientali Paola Lucci, la discussione ha riguardato anche i temi della Bracciano Ambiente. Dalla minoranza si sono sollevate critiche rispetto all’ipotesi di realizzazione di un impianto di tritovagliatura, inoltre alcuni rilievi, come già commentato per un punto precedente all’ordine del giorno, hanno sollevato la questione delle riduzioni degli stipendi annunciate con una lettera dei dipendenti della multiservizi. Dal consigliere Alfredo Massi è arrivata la richiesta di rimozione del presidente della Bracciano Ambiente.

Il sindaco Sala, intervenendo nel merito, ha sottolineato che la tritovagliatura è obbligatoria secondo le nuove normative e che mancati introiti di 300mila euro sono alla base delle previste riduzioni di stipendi e che l’azione di riduzione dei costi e delle retribuzioni, causa la forte contrazione delle entrate, è funzionale alla sopravvivenza della società, mantenendo comunque l’occupazione, evitando l’utilizzo degli ammortizzatori sociali

Al termine della discussione, il sindaco Giuliano Sala ed il presidente dell’assise Maurizio Capparella hanno annunciato che verrà convocata una seduta di Consiglio comunale per discutere delle problematiche della Bracciano Ambiente.

“In quella sede – ha commentato il sindaco – faremo la storia di questa società, delle assunzioni fatte, della gestione iniziale, fino alla situazione odierna caratterizzata, per quanto riguarda l’impianto di Cupinoro, da minori introiti conseguenti all’incremento della raccolta differenziata nei Comuni autorizzati a conferire nell’impianto, una cronistoria finalizzata non a fare polemiche sterili ma per proporre un rilancio della multiservizi”.

L’assessore Lucci, intervenendo in replica, ha ricordato che “la realizzazione dell’impianto di Trattamento Meccanico Biologico, approvato nel 2008, ha subito ritardi anche a causa della vacanza istituzionale della Regione Lazio e che l’iter dovrebbe ora accelerarsi”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.