Opera. Atti osceni in luogo pubblico,denunciato.

By on 14 Maggio 2014

La Polizia Locale ha identificato e deferito alle autorità giudiziarie l’uomo che si masturbava davanti a un parco pubblico dopo essersi recato in una sala scommesse

OPERA (14 maggio 2014) – E’ stato identificato e deferito alle autorità giudiziarie per atti osceni in luogo pubblico l’uomo che, nelle settimane scorse, era stato avvistato da alcune mamme compiere atti di autocompiacimento davanti a un parco pubblico. Dopo un’indagine approfondita, gli agenti della Polizia Locale di Opera sono riusciti a risalire all’automobile e quindi alla persona che, incurante della presenza di bambini e mamme, pensando solo al suo piacere, ha creato il panico in un parco cittadino. Da quanto appurato dagli agenti, M.L. 65enne di Milano si trovava in sosta accanto a quel parco giochi per una casualità: si era infatti recato nella vicina sala scommesse prima di sentire il bisogno di appartarsi ed agire. Può quindi tornare la tranquillità tra gli operesi, grandi e piccini, dopo l’allarmismo creatosi negli ultimi tempi in seguito alla diffusione della notizia.
Tutto è iniziato nei giorni scorsi quando alcune mamme hanno segnalato il fatto alla Polizia Locale che, raccolte le testimonianze ha dato il via all’indagine. Nonostante il tam-tam di notizie che ha presto raggiunto le famiglie della zona, creando più tensione di quella necessaria, gli agenti, in silenzio, hanno visionato telecamere, effettuato appostamenti, seguito due dei sospettati principali poiché entrambi utilizzatori dello stesso veicolo e, alla fine, sono riusciti a incastrare il colpevole facendolo confessare. Dalle testimonianze rilasciate, sarebbe stato proprio il gioco ad aver fatto scattare la molla per l’uomo che, uscito dalla sala scommesse ha dato il via agli atti osceni. “Sebbene non sia semplice – spiega il sindaco, Ettore Fusco – in situazioni come queste è importante mantenere la calma, non creare allarmismo e soprattutto dare informazioni più precise possibili agli investigatori. Anche in questo caso, la Polizia Locale di Opera ha dimostrato la sua professionalità mettendo la parola fine ad una situazione che avrebbe potuto degenerare. La nostra è una città sicura: proprio per questo, episodi simili riescono ad essere presi nella giusta considerazione e seguiti fino alla loro risoluzione”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.