Ogm, Rampelli: Piante biotech snaturano qualità agricoltura italiana

By on 20 Giugno 2013

rampelli1IQ. 20/06/2013 – «Aderisco alla manifestazione promossa oggi dalla task force per un’Italia libera da Ogm, indetta per chiedere al Governo l’esercizio della clausola di salvaguardia per vietare la messa a coltura di piante biotech. Gli Ogm snaturano la qualità della nostra agricoltura e annullano la capacità di scegliere quel che mangiamo. Ed è per questo che occorre, inoltre, prevedere misure di forte premialità nei confronti di chi opera senza il ricorso agli Ogm. La coltivazione della terra, la pastorizia e l’allevamento sono il frutto secolare dell’amore per il territorio e del rispetto per i cicli della natura. Volerli stravolgere determina un generale impoverimento della qualità e delle specificità che fanno grande il nostro patrimonio e che costituiscono l’elemento di riconoscibilità del “made in Italy”».

È quanto dichiara il vicepresidente dei deputati di Fratelli d’Italia, Fabio Rampelli.

About Redazione

One Comment

  1. LAURA CUGINI

    21 Giugno 2013 at 00:40

    Mai nella storia una tecnologia si e’ sviluppata tanto rapidamente come quella delle piante transgeniche o organismi geneticamente modificati. Da quasi vent’anni ormai si assiste indifferenti all’applicazione dell’ingegneria sul territorio, senza renderci conto che nel mondo ormai, avendolo ricoperto di piante ingegnerizzate, e’ cambiato radicalmente l’equilibrio del mercato. Tutto ciò ha messo fuori gioco aziende chimiche e industrie produttrici di macchine agricole che non servono alla nuova tecnologia. Sono d’accordo con l’On. Rampelli affinchè cessi questo fare irrispettoso nei riguardi della natura e dei suoi prodotti. In Italia dobbiamo combattere questo fenomeno con grande determinazione, anche se a molti puo’ sembrare un argomento futile, trasformare geneticamente ciò che mangiamo e’ dannoso per la nostra salute ma anche per le piccole aziende biotecnologiche che sono state spazzate via poiche’ prive di fondi da investire.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.