Mostre: Carlo Carrà torna a Parigi

By on 31 marzo 2013

Carlo CarràIQ 31/03/2013 – Il Ministro degli Esteri francese Laurent Fabius e l’Ambasciatore Giandomenico Magliano hanno inaugurato, giovedi scorso, nei saloni dell’Ambasciata italiana a Parigi una mostra di opere del pittore Carlo Carrà (1881-1966), che iniziò la sua carriera proprio nella capitale francese nel 1900, ritornandovi nel 1911 e 1914, in stretto contatto, fra gli altri, con Picasso, Matisse e Léger.

 

12 opere primarie dell’artista

L’esposizione sarà aperta al pubblico dal 28 marzo al 6 aprile. Essa comprende un percorso dell’artista che procede dalla fondazione del movimento del Futurismo alla sua adesione alla Metafisica e poi evolve, a partire degli anni trenta, verso un realismo “magico” composto di nature morte, di paesaggi terrestri e marittimi. L’esposizione di 12 opere primarie del percorso artistico di Carrà, in gran parte provenienti da collezioni private ed esposte per la prima volta in Francia, è stata resa possibile grazie al sostegno della Fondazione Ferrero.

Dibattito su responsabilità sociale d’impresa

 

L’Ambasciata ha ospitato anche un dibattito sulla responsabilità sociale d’impresa (RSI), a cui hanno partecipato proprio rappresentanti della Ferrero, 4° gruppo mondiale nel settore della produzione dolciaria e del cioccolato e presente da più di 50 anni in Francia con 1.200 impiegati.

Alla presenza del Ministro Fabius e dell’Ambasciatore Magliano e di circa 500 invitati, quali esponenti del mondo politico, economico, della cultura e del giornalismo italiani e francesi, il Gruppo Ferrero ha illustrato il suo impegno in materia di RSI e di rispetto dell’ambiente.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *