Mercato Estivo 2013-2014: Le pagelle di Marco Bisceglie.

By on 3 Settembre 2013

calciomercatodi Marco Bisceglie

IQ. 03/09/2013 ATALANTA: voto 6.5 Rinforza il proprio centrocampo con gli arrivi dell’esperto Migliaccio e di Giorgi, centrocampista in forza ai Bergamaschi sin dalla scorsa stagione, ora riscattato. Arrivano giovani interessanti come Nica, direttamente dalla Dinamo Bucarest e Mario Yepes, difensore centrale colombiano ex-Milan, che farà un “all in” di forze in vista del Mondiale del 2014. Occhio al rientro di Cigarini e al giovane Talento Boselli, riscattato dalla comproprietà col Cittadella.

BOLOGNA voto 5.5 I rossoblu vanno bene ad acquisti, infatti arrivano il baby prodigio Yaisien direttamente dal Psg, Cristaldo, punta cresciuta in argentina presa dal Metalist Kharkiv (squadra ucraina) e Mantovani, per chiudere un folto reparto difensivo. Perde però a cessioni, visto che salutano Bologna 2 attaccanti italiani: Manolo Gabbiadini, e lberto Gilardino, tornato alla base (Genoa). Occhio a Kadele, rinforzo per le giovanili arrivato dal Padova.

CAGLIARI: voto 5 La squadra di Cellino resiste agli attacchi delle big per i vari Nainngolan, Ibrabo, Pinilla e Astori ma in compenso compra pochissimo. Applaudiamo alla “difesa” del patron sardo, ma critichiamo i soli 2 acquisti completati nell’arco della sessione estiva di mercato: Ikonomou, centrocampista del Pas Giannina (squadra greca) e Ibrahimi, il macedone in arrivo dal Maribor (squadra slovena).

CATANIA: voto 6.5 La squadra di Maran fa tanti acquisti ma anche tante cessioni, in arrivo Gyomber, difensore slovacco molto solido, Leto per il reparto offensivo in arrivo dal Panathinaikos (squadra greca) e Gino Peruzzi, promettente argentino in arrivo dalle file del Velez. Da non scordare l acquisto di Guarente dal Siviglia e di Plasil dal Bordeaux, oltre al rinomato Biraghi, terzino tuttofare cresciuto nelle trafile dell’Inter (nella stagione 2012-2013 ha vestito la maglia del Cittadella) e al terzino-bomber Monzòn. Parecchie cessioni, ma la squadra siciliana ha fatto un ottimo mercato.

CHIEVO: voto 6 La squadra di Verona fa un mercato cinico, pochi acquisti ma centrati. In arrivo per sostituire Luciano, Radovanovic e Sestu, mentre in attacco arriva Ardemagni, giocatore che nella Serie B ha fatto quasi sempre una caterba di goal. Pessima invece la cessione tra i pali: va via Sorrentino. L’acquisto piu importante pero, è quello del mister, Vincenzo Sannino.

FIORENTINA: voto 7.5 Fiorentina col botto quest’anno: arrivano tanti grandi nomi, uno su tutti il bomber tedesco Mario Gomez, arrivato per un esborso superiore ai 15 milioni di euro. Ottimo anche l’acquisto di Joaquin, mentre Ambrosini rimane un incognita nel modulo di Montella. Arriva oltre all’ottimo Josip Ilicic, anche Yakovenko a p.0, riserva l’anno scorso dell’Anderlecht (squadra belga).

GENOA: voto 6 Troppi movimenti nel Genoa di Preziosi: troppi acquisti e troppe cessioni. Nota positiva il reintegro di Gilardino (l’ultimo giorno di mercato vicinissimo prima alla Juventus e poi alla Roma di Garcia), che quest’anno formerà un attacco di esperienza proprio con Emanuele Calaiò, arrivato dal Napoli ieri in tarda serata. A coprire i pali non basta il talentuoso ma inesperto Perin: l’ultimo affare di giornata è proprio del Genoa, che acquista il secondo portiere della Lazio, Albano Bizzarri, conosciuto in Serie A non solo perchè ha giocato nella Lazio, ma anche perchè prima di trasferirsi, fece un ottima annata con il Catania.

INTER: voto 6– Arrivano Belfodil e Icardi per rinfoltire un attacco e dare un pizzico di freschezza al reparto offensivo, in difesa arrivano l’esperto Hugo Campagnaro dal Napoli, e Rolando dal Porto. Un solo rinforzo a centrocampo per la squadra di Mazzarri, e si tratta di Souphiane Taider, il classe 93′ arrivato dal Bologna. Tanti svincolati e tanti i giocatori mandati via in prestito, come Samuele Longo (all’Hellas Verona). Un mercato, non proprio soddisfacente: mancano certezze.

JUVENTUS: voto 8.5 Mercato perfetto della squadra di Conte, che riesce a rinforzare il reparto difensivo con l’arrivo del gigante Ogbonna, li davanti firmano il contratto Carlos Tevez e Fernando Llorente, che rinforzeranno il reparto offensivo gia super della squadra torinese. Il centrocampo rimane così vista l’esperienza e la tecnica che hanno i giocatori che ricoprono il ruolo. Arrivano e ritornano tanti, come Berardi e Zaza (acquistati questa stagione) e Boakye (arrivato l’anno scorso), che sono stati mandati in prestito rispettivamente a: Sassuolo, Sassuolo e Elche (squadra spagnola). Ad andare via è pero Alessandro Matri, punta juventina per 11 milioni di euro, ai rivali del Milan. La migliore.

LAZIO: voto 6 Mercato soddisfacente sotto diversi punti di vista per la squadra capitolina, mentre insoddisfacente su altri. Arrivano per il reparto difensivo Vinicius dal Cruzeiro e Novaretti dal Messico, a centrocampo il regista Lucas Biglia e il tecnico Felipe Anderson, e davanti il colombiano Bryan Perea, ufficializzato gia a Febbraio. Le cessioni però in attacco sono tante, e la Lazio, per colpa della vicenda Burak si ritrova con Klose-Floccari-Perea e la novità di Giuseppe Sculli, reintegrato proprio l’ultimo giorno di mercato. In uscita pecca soltanto Diakitè, perso a parametro zero, accasato al Sunderland, squadra di un signore che la Lazio conosce bene: Paolo Di Canio.

LIVORNO: voto 6+ . Gli amaranto sono tornati in A e l’intenzione è quella di restarci, combattendo ovviamente per la salvezza. La società toscana si è mossa molto bene sul mercato, scommettendo su alcuni giovani di aspettativa, come il portiere Bardi, Benassi e Mbaye su tutti, e dando fiducia a giocatori di esperienza come Biagianti, Rinaudo e Coda. In attacco ottimo l’acquisto di Emeghara, che l’anno scorso ha fatto molto bene a Siena e in coppia con Paulinho promette di fare molti gol. Convince poco la difesa a 3, troppo fragile per la Serie A.

MILAN: voto 6 Il ritorno di Kakà è stato un BOOM per i tifosi rossoneri. Questo però, non ha eliminato i dubbi che i tifosi rossoneri hanno sulla squadra: infatti, il reparto difesa-centrocampo non convince anche con l’arrivo del brasiliano, per le vendite di Flamini e Ambrosini, oltre a quella del ghanese Boateng. Li davanti, arriva pero Alessandro Matri, pronto a duettare con l’altro italiano Super Mario Balotelli. Sempre meno spazio per l’italo-egiziano Stephan El Sharaawy.

NAPOLI: voto 8,5 La cessione di Cavani è stata senza dubbio dolorosa, ma coi soldi del Matador il Napoli si è rifatto il look. Benitez ha chiesto e ottenuto giocatori giovani, forti e con buona esperienza internazionale: in porta Reina potrebbe essere un colpo, mentre la difesa si è rinforzata con Albiol e soprattutto ha trattenuto Zuniga. L’attacco con Higuain, Callejon e Mertens è diventato forse il secondo piu forte della serie A, dopo la Juventus. Benitez avrebbe voluto un altro centrocampista, ma il terzetto di svizzeri Dzemaili, Behrami, Inler dà ottime ambizioni. Il Napoli, come gia anticipato da parecchi, è predestinato ad essere l’antijuve di questo campionato 2013-2014.

PARMA: voto 6.5. Ottimo ultimo giorno di mercato per la squadra di Donadoni, che è riuscita a piazzare colpi proprio allo scadere. Gargano e Obi garantisconoe corsa e sistemano il centrocampo gialloblu, dove la classe di Valdes e la velocità di Biabiany completano un reparto di discreto livello. L’acquisto più rumoroso è stato senza dubbio quello di Antonio Cassano, se Fantantonio tornerà quello di Genova, lui e Amauri formeranno una coppia da gol e spettacolo. Toccherà vedere, se la coppia girerà. Pecca tantissimo invece la trattativa fallita dell’ultimo minuto che avrebbe portato al Parma Lopez e al Catania Okaka, non chiusa per i contratti depositati troppo tardi in lega.

ROMA: voto 6.5. La squadra di Rudi Garcia fa buon mercato, e buone cessioni sotto il punto di vista economico. Si rinforza poco pero sotto il punto di vista tecnico-tattico. Ljaic non è l’uomo giusto per sostituire il fenomenale Lamela, e Gervinho, l’ivoriano voluto fortemente da Rudi Garcia non convince quanto non lo abbia fatto Pablo Osvaldo. De Sanctis è in età avanzata e non promette garanzie. Bene invece a centrocampo, dove ci sarà tantissima tecnica e tantissimi muscoli, grazie al nuovo De Rossi e al promettente Strootman. In difesa il colpo è senz’altro Maicon, piazzato ad Agosto dalla dirigenza statunitense. Pecca però in attacco, dove escluso Totti (Destro fuori per infortunio), non c’è una vera e propria prima punta.

SAMPDORIA: voto 6.5 Non male il mercato dei doriani, mezzo punto in più per il colpo Gabbiadini, che ha già segnato un gran gol e per la scommessa Petagna, classe 1995, che ha impressionato nel precampionato col Milan (contro il Manchester City ottima partita, ndr). Per il resto la squadra di Delio Rossi ha cambiato poco, si aggrappa alla bandiera Palombo al centro della difesa e confida nella crescita di Obiang, giovane di prospettiva, lì in mezzo. Da tenere d’occhio Salamon, di proprietà del Milan, che ha impressionato l’anno scorso nel Brescia.

SASSUOLO: voto 7+. La squadra del patron Squinzi ha tenuto gli ultimi acquisti per gli ultimi giorni, che hanno sicuramente alzato il giudizio sul mercato neroverde. Gli arrivi di Schelotto, Ziegler, Marrone e Floro Flores portano qualità, e soprattutto esperienza della massima categoria, così come quello di Acerbi, che ha superato i problemi di salute. Buono anche l’innesto di Kurtic, ma la vera bomba di mercato è l’arrivo dalla Juventus di Simone Zaza, già 18 goal nella scorsa stagione di B con l’Ascoli, e già in goal in serie A nella sfortunata partita finita 1-4 per i livornesi.

TORINO : voto 6++. Escluso Ogbonna alla Juventus, il Torino si è rinforzato molto. Infatti, riscattare Cerci, che voleva mezza Serie A, e poi trattenerlo è stato un grande colpo, così come Ciro Immobile, che deve ancora esplodere nella serie maggiore. Ventura ha un gruppo solido, che si conosce molto bene (molti giocatori erano con lui anche a Bari) e che già l’anno scorso esprimeva un buon calcio. Il Torino, ha le carte in regola per salvarsi

UDINESE: voto 5,5 – L’ Udinese è la squadra meno rinforzata quest’anno. Dopo la perdita di Benatia e un Muriel con parecchi infortuni, la compagine friulana, dopo la sfortunata parentesi europea (conclusasi con la sconfitta dell’Udinese ai preliminari di Europa League contro lo Slovan Liberec) potrebbe andare male anche in campionato. La peggiore.

VERONA: voto 6,5 – Il bellissimo esordio col Milan, aveva fatto sperare ai Butei in una super stagione, ma dopo la partita contro la Roma, la speranza è diventata surreale, visto che le carenze di esperienza, hanno portato ad una pesante sconfitta di 3 reti a 0 . Per salvarsi bisognerà lottare ogni partita su ogni pallone e in questo senso l’acquisto di Luca Toni è fondamentale perchè l’ex campione del mondo supporterà tutto l’attacco giallo-blu, dando fisico, esperienza e senso del goal. Ottimi acquisti sul fronte centrocampo: Romulo, Cirigliano e Donadel infatti, danno un mix di tecnica, muscoli, e potenza.

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.