Manifestazione contro la violenza maschile sulle donne

By on 26 Maggio 2013

donneIQ. 26/05/2013 – Manifestazione contro la violenza maschile sulle donne

 

Sabato, 1° giugno, ore 16

 

Partenza da Piazza della Stazione Vecchia (sede del Municipio X)

Dopo il flash Mob “Rompiamo il silenzio. Un fiore per Michela e le altre” le donne scendono di nuovo in piazza.

Sabato 1° giugno, alle ore 16, l’associazione Punto D, promotrice del Flash Mob del 21 aprile scorso e il Coordinamento delle donne del municipio X, lanciano la Manifestazione “Mai più!”, per dire basta alla violenza di genere e al femminicidio.

La violenza contro le donne non è un’emergenza né una questione privata. E’ un fenomeno strutturale che esige una responsabilità politica e come tale va affrontato, attraverso una pianificazione a lungo termine di politiche finalizzate alla prevenzione, alla protezione delle vittime e alla punizione dei colpevoli, mediante il rifinanziamento e la diffusione territoriale dei centri e degli sportelli antiviolenza, la ratifica della Convenzione di Istanbul, la formazione degli operatori sanitari, degli agenti di polizia, dei carabinieri e di tutte le istituzioni preposte. Ma anche attraverso iniziative di sensibilizzazione e prevenzione degli abusi, nelle scuole e nei territori.

Per tutto questo, abbiamo deciso di scendere in piazza, sabato 1° giugno. Un lungo corteo, una marcia alla quale prenderanno parte donne e uomini, associazioni, artisti, rappresentanti della società civile.

L’idea è quella di lanciare una vera e propria staffetta “Mai più!” che da Ostia tocchi tutte le città italiane.

Durante e al termine della manifestazione sono previsti interventi esibizioni artistiche al femminile e iniziative teatrali. Le studente di alcuni licei del territorio reciteranno alcuni stralci di Ferite a morte, di Serena Dandini.

Facciamo sentire la nostra voce, urliamo Mai più!

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.