L’otto per mille dello Stato investito anche nell’edilizia scolastica

By on 27 Novembre 2014

L’otto per mille devoluto allo Stato verrà investito anche nell’edilizia scolastica. La novità, introdotta dalla Legge di Stabilità e recepita nel decreto del Presidente della Repubblica del 17 novembre 2014, è oggi in Gazzetta Ufficiale. È stato infatti approvato il regolamento che ha adeguato le modalità di accesso all’otto per mille dell’IRPEF a gestione statale, introducendo la categoria dell’edilizia scolastica fra quelle che possono fare richiesta di finanziamento dell’otto per mille dell’IRPEF devoluto dai cittadini allo Stato italiano. La categoria dell’edilizia scolastica va ad aggiungersi alle quattro già esistenti e relative ad interventi straordinari per fame nel mondo, in caso di calamità naturali, di assistenza ai rifugiati e di conservazione dei beni culturali.

Le risorse finanziarie disponibili verranno pertanto ripartite in cinque quote uguali, tante quante sono le tipologie di interventi ammessi alla ripartizione del fondo dell’otto per mille.

La scadenza per la presentazione delle richieste di finanziamento per la categoria dell’edilizia scolastica è fissata, solo per l’anno 2014, al prossimo 15 dicembre.

Gli interventi per i quali si potrà chiedere il contributo dovranno riguardare immobili destinati all’istruzione scolastica, esclusivamente di proprietà dello Stato e degli enti locali, e diretti alla ristrutturazione, al miglioramento, alla messa in sicurezza, all’adeguamento antisismico ed all’efficientamento energetico degli edifici scolastici.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.