Londra. Terroristi decapitano soldato per strada a colpi di mannaia

By on 23 Maggio 2013

TerroristaIQ. 23/05/2013 – Un soldato britannico è stato ucciso a colpi di mannaia per strada a Woolwich, a sud di Londra. Si tratterebbe di un atto terroristico di matrice islamica che i due aggressori avrebbero perfino cercato di filmare.

I testimoni dell’aggressione sui media britannici e sui social network affermano che “prima gli sono andati addosso con l’auto, poi lo hanno decapitato”.

Dopo aver ucciso il soldato i due aggressori si sarebbero diretti con una mannaia, coltelli e una pistola verso gli agenti di polizia che erano appena arrivati. Questi ultimi avrebbero esploso alcuni colpi colpendo i presunti terroristi.

Secondo le prime informazioni, mentre colpivano la loro vittima, che è stata decapitata, gli aggressori urlavano “Allah Akbar”. Intanto, la polizia ha sparato a due sospetti, che sono stati immediatamente trasportati in ospedale. Uno sarebbe in condizioni gravi. La zona è stata transennata e le misure di sicurezza sono state rafforzate nella zona di Woowich, sede della caserma della Royal Artillery – a trecento metri dal luogo del delitto – e nei dintorni di tutte le altre caserme di Londra.

Uno dei killer si chiamerebbe Michael Adeboloja e sarebbe di origini nigeriane. Lo scrive su Twitter Abu Nusaybah, sedicente amico d’infanzia dell’uomo. “Aveva cambiato nome in Mujahid dopo la conversione dal cristianesimo, era nato in Gran Bretagna”. “Ultimamente era cambiato, aveva imparato a memoria tanti versetti del Corano”, scrive Abu che si dice “totalmente scioccato”. Altri utenti sul social network affermano che Adeboloja era di origini nigeriane. La pista nigeriana sarebbe stata confermata da fonti investigative.

“Noi giuriamo ad Allah l’Onnipotente che non smetteremo mai di lottare. Gli unici motivi per cui abbiamo fatto questo è perché i musulmani muoiono ogni giorno”. Sono le parole che uno degli aggressori ancora con le mani insanguinate ripete davanti alla telecamera che lo riprende. “Chiediamo scusa alle donne che hanno dovuto vedere tutto questo, ma nelle nostre terre le nostre donne devono vedere la stessa cosa. Voi gente non sarete mai al sicuro. Bisogna rimuovere il vostro governo. A loro non importa di voi”, ha poi concluso.

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.