Lo Shar Pei: storia, serietà e attaccamento al suo padrone

By on 12 Dicembre 2013

di Luana Forlazzini – L’Amico a Quattro Zampe:

Lo Shar Pei: storia, serietà e attaccamento al suo padrone

Lo Shar Pei ricorda, a prima vista, un piccolo ippopotamo. La sua testa, infatti, simile a quella degli ippopotami. La pelle è tutta raccolta in pieghe, il pelo corto e spinoso da cui deriva il termine cinese (carta vetrata).

Si tratta di un cane docile e buono e stabilisce sin da subito un rapporto di rispetto con il suo padrone.

La razza risale al 1200, quando era utilizzato come tutto fare da contadini cinesi, usato in caccia, guardia (anche se non attacca) , per combattimenti (prevalentemente nell’antichità). Ci fu un periodo di quasi estinzione, ma negli anni ‘70 torna a prendere sviluppo.Shar2

Adatto alla famiglia e buonissimo con i bambini, adora la campagna ma si adatta anche in città, meglio se con spazi e giardini dove ama correre. Odia la pioggia,

E’ un cane che predilige la compagnia e il contatto frequente con il padrone.

Il peso oscilla tra 18-22 kg, altezza 45-50 cm, occhi a mandorla, corpo tozzo e robusto, pelo duro e dritto, carattere calmo e affettuoso.

 

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com