L’eiaculazione precoce è il disturbo più diffuso in camera da letto in Italia

By on 23 Marzo 2015

L’eiaculazione precoce è il disturbo più diffuso in camera da letto in Italia e affligge il 17% degli uomini nel nostro Paese rispetto al quasi 13% che soffre di disfunzione erettile, circa 3 milioni.

Ad affermarlo è uno studio nostrano in via di pubblicazione ma i dati sono stati anticipati da Paolo Verze, ricercatore dell’università Federico II di Napoli, al congresso dellaSocietà europea di urologia (Eau), a Madrid.
Secondo un altro studio, sempre italiano, si può ovviare a questo “problema” (che spesso si verifica anche durante l’adolescenza e che quindi costituisce una patologia cronica) in diversi modi. Il primo attraverso l’usi di farmaci e il secondo è la psicoterapia.

Infatti l’equipe dell’università di Palermo, coordinata dall’urologo Carlo Pavone, ha seguito 150 uomini con un’età media di 50 anni, per circa 20 settimane. Nel 60% dei casi soffrivano di eiaculazione veloce primaria, patologia che può essere presente fin dalla prima volta e non dipende, dunque, da ansia e stress. Di questi, 60 hanno ricevuto il farmaco per l’eiaculazione precoce, per altri 60 la pillola è stata associata alla psicoterapia, mentre 30 sono stati trattati solo con l’approccio psicoterapeutico.

Ebbene, nel primo gruppo la durata del rapporto è passata da 79 secondi a 203, ma i risultati maggiori si sono visti per gli altri due: la performance è aumentata da 75 a 323 secondi con la psicoterapia e da 74,3 a 600 secondi con la combinazione di farmaci e counseling psicologico, che agisce soprattutto sulla componente ansiogena.
(Fonte intelligonews.it)

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.