La UIL FPL proclama lo stato di agitazione di tutti i dipendenti di Roma Capitale.

By on 8 maggio 2015

(Fonte: Uil Fpl Roma e Lazio)

Contratto decentrato dipendenti capitolini, Bernardini (UIL FPL Roma e Lazio): “Dall’Amministrazione risposte insufficienti e atteggiamento strumentale e contraddittorio.

La UIL FPL dichiara lo stato d’agitazione di tutti i dipendenti di Roma Capitale.” “Dopo aver dimostrato all’Amministrazione di Roma Capitale la reale volontà di intavolare un confronto costruttivo con il solo scopo di salvaguardare i diritti dei dipendenti capitolini, attraverso la presentazione di una piattaforma contrattuale alternativa e di certo innovativa rispetto a Pre-intesa ed Atto Unilaterale, le risposte ricevute dalla UIL FPL e dai lavoratori sono state insufficienti e totalmente inaccettabili.” Lo dichiara in una nota Sandro Bernardini, Segretario Generale della UIL FPL di Roma e del Lazio. “L’Amministrazione di Roma Capitale infatti – continua Bernardini – continua ad ostentare un atteggiamento contraddittorio e strumentale in merito, mostrando una totale assenza di valutazioni e di eventuali appunti rispetto alla stessa piattaforma contrattuale scritta presentata dalla UIL FPL, pur richiesta dall’Amministrazione stessa in occasione della riapertura delle trattative.” “Come se non bastasse – aggiunge Bernardini – a questa situazione poco chiara si aggiunge il becero tentativo da parte dell’Amministrazione stessa di spostare l’attenzione dalle proprie, evidenti inadempienze nei confronti di tutti i 24mila dipendenti, affrontando in maniera piuttosto vaga, senza alcun supporto documentale accettabile e senza giungere a degne conclusioni, questioni inerenti al solo settore professionale dei nidi e delle scuole.” “Davanti a questa chiara volontà dell’Amministrazione di riproporre come piattaforma contrattuale, con minime quanto inutili modifiche, quella pre-intesa che era stata bocciata dai dipendenti capitolini lo scorso 25 marzo – conclude Bernardini – la UIL FPL di Roma e del Lazio si oppone con forza e, ad integrazione dello stato di agitazione indetto lo scorso 3 maggio sul settore educativo/scolastico, comunica l’indizione dello stato di agitazione di tutto il personale dipendente di Roma Capitale, chiedendo al Prefetto l’immediata convocazione delle parti. Siamo pronti ad arrivare allo sciopero generale di tutto il personale capitolino, da soli o con chi vorrà unirsi al nostro grido di insofferenza per l’inadeguatezza e la strumentalità di questa Amministrazione”.

Sandro Bernardini: Segretario Generale della Uil Fpl di Roma e Lazio

Sandro Bernardini: Segretario Generale della Uil Fpl di Roma e Lazio

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *