La sentenza della Consulta boccia il referendum di Salvini

By on 17 Gennaio 2020

Giuseppe Conte ha saputo «dell’ottima notizia» mentre stava decollando da Algeri. E in un giro di telefonate ha festeggiato assieme a Dario Franceschini, Nicola Zingaretti e Luigi Di Maio la sentenza della Consulta che ha bocciato il referendum di Matteo Salvini a favore del sistema maggioritario. «Abbiamo scampato un pericolo, il governo ne esce stabilizzato e ora ha una prospettiva più ampia per andare avanti», è stato convenuto. Con una certezza: «Adesso sarà più facile approvare la legge proporzionale, la riforma elettorale è più vicina».
Di certo, il referendum per la maggioranza era una «mina pronta ad esplodere».
5Stelle, Pd, Italia Viva e Leu erano decisi a disinnescarla approvando in tutta fretta la legge proporzionale con sbarramento al 5% appena incardinata alla Camera. «Ma è pur vero», dice un ministro dem di rango, «che comunque la campagna referendaria avrebbe offerto a Salvini un nuovo e vasto palcoscenico.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com