La campagna elettorale si surriscalda e gli alleati gialloverdi litigano

By on 15 Maggio 2019

La campagna elettorale si surriscalda e gli alleati gialloverdi litigano anche sul rapporto deficit-pil: per salvini se serve si può sforare il 3%, Di Maio invita ad evitare le sparate che fanno aumentare lo spread. E il differenziale Btp-Bund chiude in effetti in rialzo a 280 dopo aver toccato 283

Ancora tensioni tra M5S e Lega, con Di Maio che accusa Salvini di essersi spostato all’estrema destra, schierandosi a difesa della casta, e l’alleato che contrattacca rimproverando ai pentastellati di trovarsi in sintonia con il Pd e scatenando la controreazione del ministro grillino: «M5S spostato a sinistra? Se la sinistra è il Pd, per carità, dio ce ne scampi. Non c’è un capo politico che abbia attaccato il Pd come me, il Pd è ancora quello dei renziani con Zingaretti davanti, non voglio averci nulla a che fare».

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com