Kenya, Una volontaria italiana rapita.

By on 21 novembre 2018

Una volontaria italiana, la 23enne milanese Silvia Costanza Romano, è stata rapita da un commando di uomini armati nella contea di Kilifi, sulla costa del Kenya. Lo rende noto la polizia del Paese africano, spiegando che il sequestro è avvenuto martedì sera durante un attacco in cui sono rimaste ferite 5 persone. In passato ci sono stati rapimenti di stranieri da parte di fondamentalisti islamici con base in Somalia.

La 23enne lavorava nel Paese africano per un’organizzazione con sede a Fano, nelle Marche: la Africa Milele Onlus. E’ quanto rende noto via Twitter la polizia kenyota. Ancora, sottolineano, non sono state stabilite le ragioni dell’attacco né l’identità degli aggressori. Tra i feriti vi sono anche tre bambini, uno dei quali, di 10 anni, è stato colpito a un occhio. “Assicuriamo che non stiamo lesinando sforzi per rintracciare i criminali e recuperare la ragazza rapita”, ha scritto la polizia.

Presidente Onlus: “La volontaria rapita è di Milano” – La 23enne rapita in Kenya, Silvia Romano, è di Milano. Lo ha affermato all’agenzia Ansa il presidente della onlus marchigiana Africa Milele, Lilian Sora, per cui lavora la cooperante. “A quanto ci hanno raccontato le persone che abitano nel villaggio – ha spiegato Sora – sono arrivati quattro-cinque individui armati che hanno lanciato un petardo, facendo sollevare la sabbia e hanno sparato più volte. Poi sono andati, a colpo sicuro, nella casa dove era la nostra volontaria, probabilmente perché lì sapevano che c’era una italiana, anche se non so spiegarmi il motivo di quello che è successo. In quel momento era da sola, perché altri erano partiti e altri ancora arriveranno nei prossimi giorni”.

l rapimento è avvenuto quando un gruppo armato ha attaccato il centro commerciale di Chakama, nel sud-est del Paese, a circa 80 chilometri a ovest di Malindi. E’ quanto precisa il servizio di polizia nazionale del Paese africano. La banda di uomini era armata di fucili AK 47.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.