LA JUVE RAFFORZA IL PRIMATO, IL MILAN PUNTA L’EUROPA

By on 8 Aprile 2014

di Gianluca Colasanti

IQ. 08/04/2014 – La Juventus spegne i sogni di rimonta della Roma battendo il Livorno allo Juventus Stadium. A trascinare i bianconeri è il Re Leone Llorente, che con la propria doppietta stende la squadra di Di Carlo, sempre più invischiata nella lotta per non retrocedere.

La partita, mai davvero in bilico, viene decisa in tre minuti dagli uomini di Conte, che chiudono i conti nel primo tempo. Al minuto trentadue, infatti, Tevez serve il basco, che segna con un sinistro magistrale. Dopo appena tre minuti arriva il raddoppio dello stesso Llorente, che insacca di testa con la gentile collaborazione di Bardi, non impeccabile in questa occasione.

Da questo momento in poi la Juventus si limita a controllare un Livorno troppo rinunciatario, che reagisce con un solo ed isolato tentativo di Duncan, che obbliga Buffon ad una grande parata. La Juventus allunga nuovamente, dunque, sulla Roma, lasciando a ben otto punti di distanza la squadra capitolina, quando mancano solo sei gare alla fine della stagione.

Vince anche il Milan di Seedorf, che trova la terza vittoria consecutiva in campionato vincendo in trasferta contro il Genoa. A portare in trionfo la squadra rossonera sono due degli innesti arrivati nel mercato di gennaio, Honda e Taarabt, che si riscattano dopo un periodo tutt’altro che positivo. L’ex giocatore del Fulham, infatti, torna titolare e ricambia la fiducia di Seedorf segnando il goal che apre le marcature nella prima parte di gara.

Nella ripresa il Genoa prova a reagire, ma a segnare è di nuovo il Milan con Honda, che trova il suo primo goal con la casacca rossonera, scrollandosi di dosso le critiche degli ultimi mesi. La squadra di Gasperini continua a spingere e trova il goal in maniera piuttosto fortunosa. E’ infatti Abbiati a mandare la palla nella propria porta sul tiro dell’ex Juve Marco Motta. Con questi tre punti il Milan punta l’Europa League, salendo a quota 45, distanziato di sole 5 lunghezze dai cugini nerazzurri.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.