Ischia, arrestati sindaco Pd e dirigenti coop

By on 31 Marzo 2015

Appalti pilotati in cambio di soldi, consulenze, viaggi e voti: il Pd campano e il mondo delle cooperative rosse sono scossi dall’inchiesta della Procura di Napoli che ha portato all’arresto di nove persone tra cui il sindaco di Ischia Giosi Ferrandino, il responsabile delle relazioni istituzionali del Gruppo Cpl Concordia Francesco Simone, l’ex presidente Roberto Casari (andato in pensione il 30 gennaio scorso, ma secondo l’accusa ancora “regista” degli affari della cooperativa), il responsabile commerciale dell’area Tirreno Nicola Verrini, il responsabile del Nord Africa Bruno Santorelli, il presidente del consiglio di amministrazione della Cpl distribuzione Maurizio Rinaldi e l’imprenditore casertano Massimiliano D’Errico. I reati contestati, a vario titolo, vanno dall’associazione per delinquere alla corruzione (anche internazionale), dalla turbata libertà degli incanti al riciclaggio, all’emissione di fatture per operazioni inesistenti, e riguardano principalmente la metanizzazione dei Comuni dell’isola verde.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.