IQ intervista Mario Brozzi.

By on 30 maggio 2013

BrozziIQ. 30/05/2013 – Abbiamo intervistato il Dott. Mario Brozzi. E’ stato medico della Roma ed Ex Capogruppo della Lista Polverini alla Regione Lazio.

Dottore, per molti Consiglieri Regionali legati alla lista Polverini che si sono avventurati per il rinnovo del consiglio Regionale a Febbraio, o per il rinnovo del consiglio comunale di Roma del 26-27 Maggio non è andata benissimo, tutt’altro… stessa cosa per coloro che hanno sostenuto determinate persone. 

Buona parte di loro sono stati eletti con il sostegno dei big del Pdl esclusi dalla competizione elettorale a causa della mancata presentazione della lista a Roma e Provincia; in molti hanno rinnegato questo! La Verità però è uscita fuori! Cosa ne pensa?

Brozzi: “Caro Pietro hai perfettamente ragione, a tal punto che avrai ben notato che io nn mi sono ricandidato. Sono stato il capogruppo della lista Polverini gestendone le economie e credo di averlo fatto in modo scrupoloso, visto che nelle casse della banca unicredit della regione lazio sono rimasti intoccati più di 2 MILIONI di euro e credimi sono una mosca bianca. non mi sono ricandidato, pur essendo stato un onesto politico, perché nn sono riuscito a fare nulla di ciò che avevo promesso di fare e precisamente:”il FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO, GLI AMBULATORIO SOCIO-SANITARI DI QUARTIERE, IL PROTOCOLLO MARIO BROZZI PER LA MEDICINA DELLO SPORT che estendeva a tutti i giovani la stessa accuratezza degli atleti professionisti, avendo all’uopo coniato lo slogan “TUTTI COME TOTTI”.

Non sono riuscito a portare a termine nulla e perciò ho ben ritenuto di nn ricandidarmi. Cosa sarei venuto a dire che la Signora nn mi ha fatto fare nulla? Che sono stato boicottato? Vengo dal mondo del calcio e ti confesso ho sempre nutrito sentimenti negativi per quegli allenatori di seconda fascia che dopo aver perso accusano l’arbitraggio o il campo pesante o ancor peggio i calciatori o la società addirittura.

No io no. Ho lasciato i soldi dove erano e sono stato una vera mosca bianca e in ragione del rispetto dei soldi pubblici, ho allestito una campagna elettorale pro-Masucci senza danaro ma solo con le nostre idee, quelle sopra espresse. Non hai visto un nostro manifesto, né ci hai visti impegnati in cene da centinaia di persone, nn lo potevamo fare, nn avendo economie occulte. Abbiamo chiesto aiuto, ponendoci al sevizio di tutti quelli che insieme a noi volevano portare a termine i fantastici, lasciamelo dire, progetti sopracitati.

Purtroppo nn siamo riusciti a farci comprendere. Del resto avevamo solo questi mezzi, telefoni e computer e web, ma evidentemente il nostro web è fasullo visto che nessuno o quasi ci ha seguiti. Scusa la lunghezza Pietro, ma ci tengo che voi sappiate che nn siamo tutti uguali, io ho rispettato le regole, nel calcio come nella politica, senza mai e ripeto mai far uso del DOPING, nel calcio ho vinto, in politica ho perso … nel calcio per fortuna c’erano i tifosi a sostenerci, in politica nn sono riuscito a crearli e questa e la mia colpa, la sola che in verità mi riconosco e per la quale mi ritiro a vita privata … alla mia età è ora di farlo!!! con affetto Pietro grazie per avermi consentito di spiegare a chi ha la delicatezza di leggere ed informarsi, di come stanno le cose, visto che nessun giornale, come potete ben vedere, ha mai pubblicato …”

About Redazione

2 Comments

  1. LAURA CUGINI

    30 maggio 2013 at 23:40

    IL DOC E’ STANCO, NON SI E’ NEANCHE RESO CONTO DI QUANTO QUESTO PERIODO ABBIA LAVORATO, TRA LO STUDIO MEDICO E LA CAMPAGNA ELETTORALE NON HA AVUTO UN SOLO GIORNO DI RIPOSO. SONO CONVINTA CHE CON IL SENNO DI POI, RICOMINCIERA’ PRESTO LA SUA POLITICA PURA COME DOVREBBE ESSERE PER TUTTI. PURTROPPO SAPPIAMO CHE NON FUNZIONA COSI. LA PRECISAZIONE CHE VORREI FARE E’ CHE MENTRE GLI ALTRI CANDIDATI ERANO PRONTI PER LA CAMPAGNA ELETTORALE DI ROMA, IL DOTT. BROZZI CI HA PENSATO E NON POCO, CHIEDENDO CONSIGLIO AI SUOI AMICI, PARENTI E ASSISTITI, E’ STATA INSOMMA UNA SCELTA VALUTATA CORRETTAMENTE, COME E’ GIUSTO CHE SIA, MA AVUTO POCO TEMPO POICHE’ COME SEMPRE CHI POTEVA SPRECARE I SOLDI DELLA COMUNITA’ HA SAPUTO COMPRARSI I VOTI CON CENE E ATTACCANDO MANIFESTI IN TUTTA LA CITTA’. PERO’ UNA NOTA DA SOTTOLINEARE CI SAREBBE: LA META’ DEGLI ELETTORI E’ RIMASTA A CASA SENZA ANDARE A VOTARE ED IN QUELLA PERCENTUALE DI ASTENUTI PROBABILMENTE CI SAREBBERO STATI ANCHE I VOTI DEL CANDIDATO PORTATO DAL DOTTORE SE AVESSE AVUTO PIU’ TEMPO E SOLDI DA BUTTARE. CON UNA CAMPAGNA ELETTORALE PULITA, USANDO IL PORTA PORTA MA SOPRATTUTTO I SALOTTI POLITICI DOVE E’ POSSIBILE FARE DELLE DOMANDE CHE NON SI FAREBBERO DURANTE UNA GRANDE ASSEMBLEA, IL RISULTATO A MIO AVVISO E’ STATO OTTIMO. TENIAMO ANCHE IN CONSIDERAZIONE CHE GLI AVVERSARI, SE COSI POSSIAMO DEFINIRLI, DEL PdL SICURAMENTE HANNO REMATO CONTRO UN EX CAPOGRUPPO DELLE LORO LISTE……..

  2. ilaria

    4 giugno 2013 at 10:58

    Personalmente sono cresciuta con un detto: ” Se insisti e resisti raggiungi e conquisti!”. dunque consiglio al Dott. Mario di non demordere e di resistere per tutte le persone (amio avviso non poche) che hanno creduto in lui. Buona giornata

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.