Insieme per vincere – 50 Milioni di Euro per lo sviluppo delle PMI

By on 15 Dicembre 2012

IQ. 15/12/2012 – La Regione Lazio presenta l’avviso pubblico: Insieme per vincere – 50 Milioni di Euro per lo sviluppo delle PMI. Appuntamento settimanale con: “Mercato del Lavoro, Ricerca, Sviluppo Locale, Formazione, Finanziamenti” A cura di Emiliano P.

Il 10 dicembre 2012 la Regione Lazio ha presentato l’Avviso Pubblico ‘Insieme per vincere’, che mette a disposizione delle imprese del Lazio 50 milioni di euro a fondo perduto, con l’obiettivo di incentivare la condivisione di conoscenze, la razionalizzazione dei costi, la capacità di innovazione.

Con il nuovo bando, a valere sull’Asse I “Ricerca, Innovazione e rafforzamento della base produttiva” del POR FESR Lazio, la Regione promuove la realizzazione di progetti da parte di aggregazioni di imprese laziali nelle forme di ATI, ATS, Consorzi e Contratti di Rete appartenenti ai settori dell’industria, dell’artigianato e dei servizi, al fine di accrescerne la capacità innovativa, la competitività sul mercato, razionalizzarne i costi e consentire occasioni di scambio e di conoscenze.

Il bando, gestito da Sviluppo Lazio, si rivolge a tre tipi di azioni corrispondenti ad altrettante tipologie di progetto imprenditoriale dei settori dell’industria, dell’artigianato e dei servizi alla produzione:

• Start Up Reti: Progetti imprenditoriali finalizzati alla costituzione di aggregazioni tra Pmi nella forma del “Contratto di rete;

• Investimenti in Rete: Progetti imprenditoriali finalizzati alla realizzazione del “Programma comune di rete” da parte di Pmi e dei loro investimenti innovativi;

• Valore Aggiunto Lazio – VAL: Aggregazioni tra grande imprese e Pmi riguardanti l’innovazione di prodotto.

Per tutte e tre le tipologie le domande dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica attraverso il sito www.sviluppo.lazio.it.

L’Avviso pubblico sarà aperto dalle ore 9 del giorno successivo alla pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio (BURL) fino al 30 giugno 2014 ovvero fino a esaurimento delle risorse stanziate.

 

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.