Incidenti stradali in Italia nel 2013.

By on 11 Marzo 2015

Nel 2013 gli incidenti stradali con lesioni a persone rilevati in Italia2 sono stati 181.227 e hanno causato il decesso di 3.385 persone mentre altre 257.421 sono rimaste ferite.

Ogni giorno, durante il 2013, si sono verificati mediamente 497 incidenti stradali con lesioni a persone delle quali 9 sono morte e 705 sono rimaste ferite. Rispetto al 2012 si riscontra una diminuzione del numero degli incidenti (-3,7 per cento), dei feriti (-3,5 per cento) e dei morti (-9,8 per cento). Con riferimento al target fissato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e dalla Commissione Europea, a partire dal 2011 è stata inaugurata una nuova decade di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020: l’obiettivo fissato per il 2020 consiste nell’ulteriore dimezzamento rispetto al 2010 dei morti sulle strade in Europa e nel mondo. In Italia il numero dei morti si riduce fra il 2010 e il 2013 del 17,7 per cento, proseguendo la tendenza già registrata nella precedente decade.

Tra il 2001 e il 2013 gli incidenti stradali con lesioni a persone sono passati, infatti, da 263.100 a 181.227, con un calo complessivo del 31,1 per cento; i morti sono passati da 7.096 a 3.385 (-52,3 per cento) e i feriti da 373.286 a 257.421 (-31,0 per cento). Il tasso di mortalità in incidenti stradali, calcolato come rapporto tra il numero di morti e la popolazione media residente (per 100.000), passa da 12,5 nel 2001 a 5,6 nel 2013. L’indice di mortalità calcolato come rapporto tra i morti e gli incidenti stradali (moltiplicato 100), varia da 2,70 a 1,96 morti ogni 100 incidenti (Tavola 1.1). Focalizzando l’attenzione sugli incidenti stradali secondo la categoria della strada, si osserva che nel 2013 sulle strade urbane si sono verificati 136.438 incidenti (75,3 per cento del totale), con 184.683 feriti (71,7 per cento del totale) e 1.421 morti (42 per cento del totale). Sulle autostrade si sono verificati 9.265 incidenti (5,1 per cento del totale), con 15.447 feriti (6 per cento del totale) e 321 decessi (9,5 per cento del totale). Sulle altre strade extraurbane, comprensive delle strade Statali, Provinciali, Comunali extraurbane e Regionali, si sono verificati, infine, 35.524 incidenti, che hanno causato 57.291 feriti e 1.643 morti, rispettivamente il 19,6 per cento, 22,3 per cento e 48,5 per cento del totale.

Nel 2013 si registra una riduzione, rispetto al 2012, del numero di incidenti con lesioni a persone, morti e feriti su tutti gli ambiti stradali. Tale diminuzione è più accentuata sulle strade urbane, dove si registra un calo del numero degli incidenti con lesioni del 4,2 per cento, dei morti dell’11,3 per cento e dei feriti del 4,4 per cento. Consistenti anche i miglioramenti conseguiti sulle strade extraurbane, nelle quali rispetto al 2012 si rileva una flessione degli incidenti stradali con lesioni (-1,8 per cento), dei morti (-9,8 per cento) e dei feriti (-1,6 per cento).

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com