I tedeschi si lamentano degli italiani, ma violano patto di stabilità

By on 3 Maggio 2019

“I tedeschi amano lamentarsi degli italiani, ma anche loro hanno violato il patto di stabilità 18 volte – le ho contate – e continuano a farlo”. Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, in un’intervista al giornale tedesco Handelsblatt, ha parlato così della Germania e dei rapporti con l’Italia nell’ambito dell’Unione europea. “E’ vero che debito e deficit sono scesi in Germania, ma la Germania non ha ancora messo sotto controllo il suo surplus. Ma il problema chiave per gli europei non è questo. Non ci amiamo, abbiamo perso la nostra libido collettiva“.

Alle domande sull’Eurozona e i rapporti con le banche tedesche, ha replicato: “Come vanno le cose con le banche tedesche? Non avvengono neppure le fusioni più piccole. Non voglio parlare della fusione di Deutsche Bank e Commerzbank, ma nessuno può affermare che sia tutto roseo nel settore finanziario tedesco“.

Juncker ha quindi parlato della rigidità di molti Paesi, sopratutto quando si tratta di responsabilità e solidarietà: “Non ci sono progressi sull’approfondimento dell’unione monetaria perché Olanda, Austria e troppo spesso la Germania si mettono in mezzo sulla solidarietà e la responsabilità congiunta. Tuttavia sono ancora speranzoso. La Germania non è ancora pronta, ma molti politici tedeschi vogliono avanzare.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.