I pendolari di Capranica e paesi limitrofi scrivono alle Istituzioni.

By on 14 Maggio 2014

I Cittadini pendolari di Capranica e dei paesi limitrofi hanno lanciato una petizione con la raccolta di 330 firme circa, nella quale si porta a conoscenza delle Istituzioni quella che per loro è una ingiustizia; Il 09/05/2013 è stata soppressa la fermata di “Capranica-Sutri” del Treno Regionale Veloce delle ore 17.32 (tratta Roma Ostiense – Capranica) che di fatto ha penalizzato i cittadini di queste zone, creando forti disagi.

“Le motivazioni di questa soppressione, in base alle spiegazioni ricevute dai vari capotreno, – scrivono i pendolari – sta nell’intento di velocizzare il Treno per Viterbo. Tuttavia, noi crediamo che saltare la fermata di “Capranica-Sutri” non comporti un reale risparmi di tempo e che quindi non sussistano ragioni per una tale decisione”.

La petizione è stata inviata ai soggetti interessati: i Responsabili FS, RFI e Trenitalia, i sindaci dei Comuni di Capranica, Sutri, Bassano Romano e Ronciglione, nonche al Presidente della Regione Lazio On. Daniele Leodori, all’Assessore Regionale per la mobilità On.Michele Civita e all’Assessore ai Trasposti della Provincia di Viterbo Franco Vita, per una risoluzione della problematica.

Una prima risposta è giunta dalla Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio con l’ impegno di verificare la richiesta.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.