I NUOVI BANDI DELLA REGIONE PER SOSTENERE CHI E’ IN DIFFICOLTA’

By on 12 Luglio 2014

La Regione torna a investire sul sociale con tante opportunità per chi sta affrontando un momento difficile anche a causa della crisi. L’obiettivo è sostenere chi si trova in condizioni di disagio e solitudine, a partire dal dramma della casa o da chi ha problemi per mangiare.

Tre nuovi bandi. Si chiamano ‘Fraternità’, ‘Innova tu’ e ‘Bene in Comune’.

Ecco qualche informazione in più sui bandi, che saranno pubblicati nella seconda metà di luglio:

Fraternità. È rivolto a tutte le realtà del sociale: associazionismo, volontariato, cooperazione e impresa sociale, enti religiosi e fondazioni. Sostiene progetti di rigenerazione dei luoghi di aggregazione sociale, culturale e sportiva. Inoltre ha anche l’obiettivo migliorare i servizi e essere più vicini a anziani, giovani, donne, immigrati di prima e seconda generazione, persone con disabilità e con patologie psichiatriche.
Tra le altre cose promuove la piccola imprenditoria femminile e le reti familiari di mutuo aiuto. Il bando mette a disposizione 4 milioni di euro per un contributo massimo di 20mila euro a progetto. È previsto, inoltre, il finanziamento fino al 25% dell’importo totale per l’acquisto di beni strumentali, come i pc  e altre attrezzature.

Innova tu. Attraverso questo bando la Regione valorizzare per la prima volta in modo diretto le impese del settore. L’obiettivo è far nascere nuovi progetti di impresa sociale per offrire risposte e soluzioni innovative ai bisogni dei cittadini più fragili, coniugando lo sviluppo economico e la creazione di posti di lavoro. Potranno partecipare le imprese sociali e le cooperative sociali. I progetti dovranno riguardare: l’agricoltura sociale, il co-working, i nuovi modelli di erogazione di servizi alla persona, le social street e il welfare di quartiere, i progetti di coabitazione e assistenza tra famiglie come i condomini solidali, la rigenerazione urbana dei quartieri degradati, lo sviluppo di app e sistemi informatici per i contact center di pronto soccorso sociale. I progetti potranno ricevere un contributo massimo di 50mila euro, in tutto la Regione mette a disposizione per questo bando 1 milione e 500 mila euro. Il bando è stato costruito anche grazie alle idee dei cittadini attraverso una consultazione online aperta a tutti.

Bene in comune. È rivolto agli enti locali  e ai soggetti pubblici. In particolare finanzia 1 milione di euro a diversi progetti: per gli anziani, per l’invecchiamento attivo, per iniziative intergenerazionali e per la valorizzazione dei servizi territoriali, come i centri anziani. Con 650mila euro, invece, la Regione sostiene servizi socio-assistenziali che abbiano una ricaduta sociale significativa. I progetti dovranno riguardare preferibilmente la creazione di servizi sociali a carattere innovativo o sperimentale e l’inclusione sociale e lavorativa di persone con disabilità o svantaggio sociale.  Saranno premiate in particolare le iniziative che punteranno sul coinvolgimento attivo dei cittadini e sulla possibilità di replicare il progetto anche in altri territori.

“Quando siamo arrivati il Lazio era una Regione senza opportunità e senza solidarietà, che lasciava sole le persone in difficoltà- lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: le politiche di risanamento di questo anno di lavoro ci permettono di rimettere a disposizione risorse di coloro che, anche per colpa della crisi, sono rimasti indietro. Dopo lo straordinario successo del bando per l’inclusione sociale e contro la povertà- ha detto ancora Zingaretti– il Lazio  sta diventando la Regione dove torna la solidarietà e tornano le opportunità. Siamo orgogliosi di poter dire che, proprio in virtù della crisi e non malgrado la crisi siamo tornati a investire nel campo della solidarietà”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.