Happy birthday Mr Tarantino

By on 27 Marzo 2013

Quentin Tarantino di Stefania Paradiso

IQ. 27/03/2013 – Quentin Tarantino compie mezzo secolo. Uno dei più noti registi degli ultimi anni, firma di grandi successi cinematografici festeggia i suoi primi 50 anni con venti anni di successi, due Oscar, altri 85 premi prestigiosi e la stima e l’adorazione di moltissimi fan. Il grande innovatore del genere pulp, il regista del sangue, pugni e pallottole, compie gli anni ma sembra eternamente giovane. E’ cresciuto, migliorato e ha maturato consapevolezza e fascino.

Il cinquantesimo compleanno è anche l’occasione per celebrare il talento e la capacità di far sognare gli spettatori di questo ex ragazzino perdutamente innamorato del cinema, nato il 27 marzo del 1963 a Knoxville, Tennessee. Impetuoso, passionale, sregolato, grandissimo bevitore Tarantino ha anche scoperto grandi attori come Tim Roth, Harvey Keitel, Steve Buscemi; ha fatto rinascere il mito di John Travolta; ha regalato a Uma Thurman i suoi ruoli più belli e trasgressivi; ha sempre mostrato di amare le figure femminili forti; ha diretto episodi di serie tv che amava, come CSI; è apparso spesso come attore, in film suoi o di altri registi; ha rivalutato le pellicole sexy italiane anni Settanta, quelle con le sue eroine Barbara Bouchet ed Edwige Fenech; ha animato le cronache rosa, con i suoi passati legami con Mira Sorvino e con Sofia Coppola. Si arrabbia molto quando gli viene chiesto se la violenza che fuoriesce dai suoi film ispiri in qualche modo la violenza reale. Lui da sempre sostiene di no, che il suo è solo cinema e intrattenimento, ma la sola domanda lo fa innervosire. Per il futuro si parla di un possibile progetto Kill Bill 3. Quentin ha scritto la sua prima sceneggiatura, Una vita al massimo, mentre lavorava come commesso in un negozio di videocassette di Manhattan Beach. Una vita al massimo è diventata un film di Tony Scott nel 1993, mentre è dell’anno successivo il soggetto di Assassini nati – Natural Born Killers, diretto da Oliver Stone. Con il denaro guadagnato ha iniziato la produzione di un altro progetto, Le iene (1992) diventato  subito un cult movie. Pulp Fiction (1994) vince la Palma d’oro a Cannes e l’Oscar per la migliore sceneggiatura originale. Al suo secondo film, Tarantino è già un autore affermato e forse il solo regista amato come una rock star. Nel 1997 Quentin dirige il suo terzo film, Jackie Brown (1997), con Pam Grier, Robert De Niro e Bridget Fonda. E’ il suo primo film basato su una trama non originale, adattata dal romanzo Rum Punch di Elmore Leonard, uno degli scrittori preferiti del regista. Nel 2002 è la volta di Kill Bill, un film in cui mescola le sue passioni, dai generi cinematografici, ai fumetti fino alle arti marziali e all’oriente. Le riprese iniziano nel 2002 e in corso di lavorazione sforano sia nel budget, che in lunghezza. La Miramax chiede a Tarantino di accorciare il film, ma il regista si oppone e preferisce dividerlo in due “volumi”; nascono così Kill Bill vol. 1 e Kill Bill vol. 2. Nel 2009 riesce invece a portare a termine un progetto nato tanti anni prima, Bastardi senza gloria, la sua produzione più impegnativa e costosa. Una parodia sulla guerra, con tante citazioni cinematografiche (da Lubitsch a Chaplin) e una unica fonte d’ispirazione: il film italiano “Quel maledetto treno blindato” di Enzo G. Castellari. Il protagonista Christoph Waltz vince un Oscar, un Golden Globe e la Palma d’Oro come miglior attore. Eclettico, talentuoso, ribelle e geniale. Tarantino è davvero uno dei registi più interessanti del cinema contemporaneo. E, allora, insieme agli auguri per il compleanno ci auguriamo che produca ancora interessanti pellicole per tutti i suoi ammiratori ed estimatori.

 

About Redazione