LA GERMANIA DEI RECORD IN FINALE, BRASILE DEMOLITO 7 A 1

By on 9 Luglio 2014

di Gianluca Colasanti

 

IQ. 09/07/2014 – Belo Horizonte, 8 luglio 2014. Sembra l’inizio di un diario di bordo e invece non è altro che la data di un giorno che difficilmente verrà dimenticato dagli amanti del calcio. Ci riferiamo, chiaramente, a quello che è accaduto tra Brasile e Germania nella prima, sorprendente, semifinale del Mondiale 2014. Prima della partita, infatti, il Brasile aveva il vento in poppa ed era considerato ancora favorito sia per la partita che per la vittoria finale nonostante le pesanti assenze di Neymar e Thiago Silva.

Dal canto suo, invece, la Germania ha atteso l’ingresso in campo per dimostrare la propria netta superiorità nei confronti della Selecao ed in questo caso il dato finale è schiacciante, 7 a 1 per la squadra di Low e tutti a casa. La debacle verdeoro si consuma praticamente nei primi 45 minuti, quando dopo aver provato a mettere subito in difficoltà gli avversari, i brasiliani cadono sotto i colpi di Muller e compagni, non riuscendo nemmeno a difendersi dagli attacchi devastanti della Germania.

Dopo 29 minuti di gioco il dato è agghiacciante per i verdeoro che si trovano sotto per 5 reti a 0 e non sembrano avere la forza per poter reagire ed uscire a testa alta da questo match. Nella ripresa la doppietta di Schurrle ed il goal della bandiera di Oscar sono solo dati di una partita finita da troppo tempo. Sulle tribune i tifosi brasiliani piangono per un Mondiale casalingo che tutti volevano vincere, per cercare di dimenticare i seri problemi di questa nazione esulando dai campi di calcio.

A trionfare e a conquistare l’atto conclusivo, invece, sarà la Germania, che con questo risultato rifilato alla nazionale con più “stelline” sulla maglia scrive una pagina di storia che rimarrà indelebile negli anni a venire.

Serata magica anche per Miroslav Klose, che segnando il secondo goal dei teutonici, supera Ronaldo nella classifica dei marcatori Mondiali di tutti i tempi, facendo registrare un record che lo vede primeggiare rispetto a fenomeni del passato come Muller, Pelè e lo stesso Ronaldo. Germania in finale, dunque, e Brasile a leccarsi le ferite con un pensierino al podio di questo mondiale, che la Selecao si giocherà nella finale per il terzo e quarto posto contro la perdente tra Argentina ed Olanda.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com