FROSINONE-ROMA 2-3

By on 24 Febbraio 2019

Il Frosinone spaventa la Roma nel posticipo del sabato della 25^ giornata di campionato. Risultato sbloccato da Ciano al 5′ su errore clamoroso di Olsen, ma alla mezz’ora – nel giro di un minuto – i giallorossi la ribaltano. A 15′ dalla fine si infortuna Manolas e Pinamonti trova il gol del 2-2. Ci vuole Dzeko al 95′ per risolverla

FROSINONE-ROMA 2-3

5′ Ciano (F), 30′ e 95′ Dzeko (R), 31′ Pellegrini (R), 80′ Pinamonti (F)

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Zampano, Chibsah (77′ Trotta), Viviani, Cassata, Beghetto (60′ Molinaro); Ciano, Ciofani (67′ Pinamonti). All. Baroni

ROMA (4-2-3-1): Olsen; Santon, Manolas (77′ Fazio), Marcano, Kolarov; Nzonzi (65′ Cristante), De Rossi; El Shaarawy, Pellegrini, Perotti (65′ Zaniolo); Dzeko. All. Di Francesco

Ammoniti: 39′ El Shaarawy (R), 42′ Dzeko (R), Goldaniga (F), Cassata (F)

L’ex interista stava per fare un favorone al Milan. Sì, partiamo dal gol del 2-2 per analizzare la pazza partita di Frosinone: quando all’80° Pinamonti segna il gol del pareggio, con la difesa della Roma in difficoltà contro la freschezza dell’ex nerazzurro e di Trotta (due cambi azzeccati da Baroni), i giallorossi se la vedono brutta. In quel momento gli highlights della partita sono la clamorosa papera di Olsen che aveva sbloccato il risultato dopo 5 minuti (il portiere svedese fa sembrare la conclusione di Ciano “il tiro della tigre” di Mark Lenders) e l’infortunio di Manolas (condizioni della caviglia da verificare in ottica derby). Ma la Roma può contare su chi non molla mai: capitan De Rossi, non impeccabile sul gol del 2-2, è colui che avvia l’azione della definitiva rimonta al 95′, imbeccando El Shaarawy, il quale serve un assist al bacio per Dzeko. Il Cigno di Sarajevo deve solo appoggiare in rete e lo fa con la coscia, quasi di pube, firmando la sua doppietta personale. Presente in tutti e tre i gol della Roma, il bosniaco si carica la squadra sulle spalle e permette a Di Francesco di restare a -1 dal Milan. Serata amara, invece, per un Frosinone combattivo che era andato a un passo dal pareggio.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.