FRANCESCO: IL SANGUE DELLE SUORE UCCISE DIVENTI SEME DI FRATERNITA

By on 8 Settembre 2014

Tre anziane suore italiane dell’ordine delle missionarie saveriane sono state uccise, in due diversi momenti, nel convento di Kamenge; un delitto di cui ancora non si capiscono le ragioni, e che ha destato profonda emozione e choc nella popolazione locale, che era molto legata alle religiose. Un crimine che ha provocato subito una reazione di papa Francesco. Il Pontefice in un messaggio diretto alla superiora generale delle missionarie saveriane, suor Ines Frizza, “profondamente colpito dalla tragica morte” delle suore Lucia Pulici e Olga Raschietti, (a cui si è aggiunta poi Bernardetta Boggian) auspica che “il sangue versato diventi seme di speranza per costruire l’autentica fraternità tra i popoli”. Il Papa assicura “la sua viva partecipazione al profondo dolore” dei famigliari e delle saveriane e prega per queste “generose testimoni del Vangelo”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.