Fondo per l’occupazione e sicurezza sacrificati per l’IMU

By on 3 Settembre 2013

IMUIQ. 03/09/2013 – Tagli al fondo per l’occupazione per 250 milioni e «prelievo» di 300 milioni alla disponibilità su 40 conti Mps che raccolgono le risorse della Cassa Conguaglio Settore Elettrico per finanziare l’efficienza energetica e le rinnovabili. Sono alcune delle coperture della cancellazione della prima rata Imu previste nel decreto legge. Come la sforbiciata ai fondi per le assunzioni finalizzate alla sicurezza; la riduzione delle risorse per rimpinguare gli ispettori in lotta contro l’evasione; scure da 300 milioni per la manutenzione della rete ferroviaria.

Sono quasi un miliardo invece i tagli ai diversi ministeri, in parte realizzati con una sforbiciata ai consumi intermedi e agli investimenti fissi lordi, ma per la gran parte con una cesoiata su ben 35 autorizzazioni di spesa dei diversi ministeri contenuti in una tabella che non indica il capitolo ma solo il rimando legislativo. È quanto prevede una parte delle coperture – per l’esattezza 975,8 milioni – che il decreto Imu realizza attraverso tagli allo Stato centrale. Con una premessa. Le cifre ridotte al ministero dell’Economia e delle finanze riguardano talvolta autorizzazioni di spesa previste da passate finanziarie che intervengono in settori gestiti da altri ministeri.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.