Flat tax, Salvini: pronto piano da 30 miliardi.

By on 28 Maggio 2019

Secondo quanto riportato da Bloomberg Moscovici ha spiegato di non avere una particolare preferenza per il ricorso alle sanzioni, a fronte di uno Stato che non rispetta le regole di bilancio Ue. Tuttavia, per il commissario Ue «una cosa dev’essere chiara: se un Paese, ad un certo punto, è totalmente fuori dalle regole, non compatibile con le regole, le sanzioni ci sono». In generale «sono principalmente dissuasive, ma possono essere anche persuasive. Cerchiamo di evitarlo».

Arriva in diretta Facebook da Roma, la risposta del vicepremier Matteo Salvini, uomo forte del governo gialloverde e vincitore di fatto del voto di domenica scorso. Rivolto ai «signori di Bruxelles» Salvini sottolinea che «è finito il tempo delle letterine, dei richiami, del “tu sei stato cattivo e vai dietro alla lavagna e rimani precario o disoccupato per 10 anni perché è questa la regola europea”. Riprendiamoci il diritto alla crescita e al futuro». Lo spread – spiega poi ai suoi simpatizzanti – «sale non perché il 34% degli italiani ha votato Lega ma perché «c’è qualcuno che ha convenienza a che l’Italia e il governo italiano siano vincolati a regole vecchie, che tengono il paese sotto scacco della precarietà, della disoccupazione e della paura». Poi promette che la prima proposta degli europarlamentari della Lega sarà quella di una conferenza intergovernativa «sul ruolo della Bce come garante del debito, sulla crescita e sulla possibilità di spendere in investimenti».

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.