Fiorentina – Spal: 3-0

By on 23 settembre 2018

tre gol con Pjaca, Milenkovic e Chiesa. Sessantatré anni in tre, appunto. E così la Fiorentina non solo sblocca la questione generazionale indicando una diversa possibilità di fare calcio e spettacolo, ma diventa, come «Stadio» ha più volte sottolineato, attraverso questa idea visionaria, un’alternativa al potere dominante, quella della Juventus. La squadra di Allegri è chiamata oggi a Frosinone a ribadire la forza del suo presente costruito con certezze, milioni e Cristiano Ronaldo. Il portoghese a febbraio avrà 34 anni, contro i 63 dei tre goleador viola di ieri. La differenza fra la Juve e l’anti-Juve è qui. E non è solo fra certezza e speranza, ma anche fra realtà e sogno.  La Fiorentina, da ieri a dieci punti, assieme al Sassuolo al secondo posto, attende il risultato della Juventus e quello del Napoli a Torino, in campo alle 12.30. Il pomeriggio ci dirà se la rivale della Juve di questi anni reagirà alla spinta delle due squadre più giovani, più belle e più interessanti del campionato.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *