E’ scontro sul fondo salva stati.

By on 29 Novembre 2019

Lo scontro sul fondo salva-Stati si fa incandescente. Con tanto di minaccia di azioni legali. Matteo Salvini e la Lega vanno all’attacco del premier, Giuseppe Conte. Salvini mette sul banco degli imputati il premier: “A giudizio nostro e dei documenti il presidente Conte ha commesso un atto gravissimo, un attentato ai danni del popolo italiano, dice il leader leghista. “Ricordiamo tutti i ‘no’ della Lega e tutti i silenzi di Conte che adesso ci spieghiamo”, aggiunge. “Chiediamo un incontro al presidente Mattarella per evitare la firma su un trattato che sarebbe mortale per l’economia italiana. Chiediamo al garante della Costituzione di farla valere. Si torna in Parlamento. Sospendiamo tutto. Salvini accenna anche ad iniziative giudiziarie. “I nostri avvocati stanno studiando l’ipotesi di un esposto ai danni del governo e di Conte”, dice. E brandisce un telefonino per dire. “Chi è seduto a questo tavolo ha ampia documentazione messaggistica, messaggi con il ministro del Tesoro e con Conte”. “Ci rassicuravano di non aver preso alcun impegno”, dice il leader della Lega.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, annuncia che riferirà lunedì in aula alla Camera. E intanto replica: “Spazzerò via mezze ricostruzioni, menzogne, mistificazioni. A chi oggi si sbraccia a minacciare, io
dico: Salvini vada in procura a fare l’esposto, e io querelerò per calunnia”. E lo sfida: “Vorrei chiarire agli italiani che io non ho l’immunità, lui sì, e ne ha già approfittato per il caso Diciotti. Veda questa volta, perché io lo querelerò per calunnia di non approfittarne più”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com