E’ partita a Venezia la campagna anticontraffazione 2013

By on 28 Giugno 2013

contraffazioneIQ. 28/06/2013 – ‘La contraffazione non ha qualità né garanzia. Scegli l’originale’ è uno degli slogan dell’iniziativa di prevenzione promossa dalla prefettura con altri partner.

Pubblicità sui siti web degli enti coinvolti, manifesti e volantini distributi alle fermate dei mezzi trasporto e sulle spiagge dei comuni costieri della provincia di Venezia. Tanti canali di diffusione per la nuova campagna anticontraffazione nella città lagunare, presentata Mercoledi 26 Giugno, alla stampa dal prefetto Domenico Cuttaia

Promossa da prefettura, regione, ministero dello Sviluppo economico, Associazione nazionale comuni italiani (Anci), comune, provincia, Camera di commercio e Unioncamere di Venezia, Università Cà Foscari, associazioni di categoria e Federconsumatori Veneto, ha l’obiettivo, nel quadro generale della diffusione della cultura della legalità, di informare e sensibilizzare abitanti e turisti sugli effetti dannosi della contraffazione e della vendita, ovviamente abusiva, dei falsi, fenomeni che alterano le dinamiche della produzione e del mercato a tutto svantaggio dell’economia sana del territorio.

‘La contraffazione è un trucco. Scegli l’originale!’, e ancora ‘La contraffazione non ha qualità né garanzia. Scegli l’originale’ sono gli slogan diffusi – anche in lingua straniera, come giapponese e russo – attraverso il materiale della campagna, curato dall’Università Ca’ Foscari.

I manifesti saranno affissi alle fermate dei battelli, nei vaporetti, negli autobus, nel centro storico di Venezia e nei comuni rivieraschi; i volantini saranno distribuiti ai turisti tramite le associazioni di categoria nei punti d’accesso a Venezia e nei comuni di Caorle, Chioggia, Eraclea, Jesolo e San Michele al Tagliamento.

La campagna anticontraffazione 2013 si affianca ad altre iniziative anticontraffazione come il progetto “Giovani originali”, ricorda la prefettura, gestito dalla provincia di Venezia e portato avanti nelle scuole attraverso incontri con le Forze dell’ordine, che hanno registrato quest’anno la partecipazione di circa 900 studenti.

La prevenzione, infine, ha sottolineato il prefetto nell’incontro di presentazione, va di pari passo con l’attività interforze di controllo e contrasto del fenomeno sul territorio provinciale, attività che nel trimestre marzo-maggio 2013 ha portato al sequestro di circa 873.000 pezzi contraffatti, con la denuncia di 30 persone, un arresto, oltre 1600 sanzioni amministrative, 31 sequestri penali e 65 amministrativi.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.