Dichiarato lo Stato di Agitazione lavoratori Cup e Amministrativi. 2000 Lavoratori coinvolti

By on 23 Settembre 2017
Riceviamo e Pubblichiamo
Inviato Stato Agitazione da parte di Cgil Fp, Cgil Filcams, Cisl Fp, Cisl Fisascat e Uil Fpl Roma e Lazio dei 2000 lavoratori Cup ed Amministrativi del Lazio impiegati nelle Coop Capodarco, Maggio 82, Pingo, Solco e nelle società NTA- Camus e GPI. A rischio il 20% dei lavoratori, circa 400
Alla Prefettura di Roma dott.ssa Paola Basilone
Alla Prefettura di Viterbo Alla Prefettura di Frosinone
Alla Prefettura di Latina
Alla Prefettura di Rieti
Al Presidente On.le Nicola Zingaretti
Cabina di Regia Dott. Alessio D’Amato
Al Segretario Generale Dott.Andrea Tardiola REGIONE LAZIO
Cooperativa Sociale Capodarco GPI S.P.A. Società NTA Cooperativa Sociale Solco Sinergie Cooperativa Maggio 82
Camus Srl
Cooperativa Pingo
Alla Commissione Garanzia per l’attuazione
della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali 
e, p.c. Direzioni Generali Asl
Aziende Ospedaliere ed Ircss
Interessate dall’Appalto
Oggetto : Richiesta tentativo obbligatorio di conciliazione legge 146/90; Indizione Stato di Agitazione di tutto il personale GPI, Capodarco, NTA, Solco, Maggio 82, Camus e Pingo impiegato nei servizi CUP ed Amm.vi delle ASL-Aziende Ospedaliere Ircss del Lazio Presidio/Assemblea 16/10/2017 dalle ore 09 alle ore 12.30 – Regione Lazio
Le Scriventi OO.SS., rilevato che a tutt’oggi non è stato dato riscontro alle nostre precedenti note
inviate rispettivamente in data 26 Luglio 2017 ed il successivo sollecito del 7 Settembre 2017 alla Regione
Lazio, nella quale si evidenziavano le criticità emerse in relazione al mantenimento dei livelli occupazionali e
salariali in relazione all’appalto dei servizi CUP Lazio e Servizi Amministrativi ASL Roma 2.
Le Scriventi ritenendo improcrastinabile la definizione di percorsi e modalità di attuazione condivisi,
così come da intesa sottoscritta tra le parti con il verbale del 3 novembre 2015, al fine della risoluzione della
problematica, chiedono a S.E. Il Prefetto di Roma di avviare le procedure di raffreddamento del
conflitto e di espletare, entro i 10 giorni previsti, il tentativo preventivo di conciliazione previsto dalla Legge
n.146/90.
Si rileva altresì che, alla luce dell’imminente avvio delle procedure di assegnazione al nuovo Ente
gestore del servizio Cup Lazio e dei Servizi Amministrativi dell’Asl Roma 2, figurano importanti perdite
occupazionali e salariali, pertanto, le OO.SS. indicono lo stato di agitazione di tutto il personale
impiegato presso gli Organismi in indirizzo in relazione ai servizi in oggetto menzionati.
Inoltre per le motivazioni sopra esposte , si comunica che il 16 Ottobre dalle ore 09.30 alle ore 12.30
si terrà un presidio, di tutto il personale impiegato presso i servizi CUP e amministrativi della Regione
Lazio, sul marciapiede antistante gli ingressi della Regione Lazio in piazza Oderico da Pordenone.

Il Resp. Dip. III Settore UIL FPL Roma e Lazio

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.