CUSTODIRE, preciso interesse dei territori

By on 3 Ottobre 2013

consorzio tiberinaIQ. 03/10/2013 – Avviato dal Consorzio Tiberina il Progetto CUSTODE, per la costituzione di un Centro Unificato di Servizi Territoriali, Orientamento, Documentazione, Europrogettazione: sulla pagina linkata in home page di http://www.unpontesultevere.com/ è riportato il senso dell’acronimo, che si sintetizza in un progetto aperto di cooperazione fra diversi Soggetti, consorziati e non, senza ruoli di leadership, esclusivamente finalizzato a fornire ausilio allo sviluppo di un territorio di progetto, in un periodo di crisi in cui nessun “attore” è in grado di giungere a soluzioni autonome.

CUSTODE quindi deriva non soltanto da un’abbreviazione, ma anche dalla volontà diffusa di contribuire alla conservazione attiva (e alla promozione) del capitale sociale, del patrimonio materiale e immateriale, del diritto a un lavoro di qualità, della sostenibilità ambientale, della cultura dei luoghi, della possibilità di uno sviluppo coeso, dell’apertura e del dialogo, della condivisione e della partecipazione, delle risorse disponibili, dell’integrazione nel contesto europeo, e altro ancora.

Detta volontà diffusa si manifesta in contributi, documenti e “manifesti” emessi da più fonti; ma molti di essi (alcuni già linkati nella pagina del Progetto CUSTODE) risultano largamente coerenti e sovrapponibili, fino a poter divenire sinergici, se affinati, messi a punto e applicati – del tutto in parte – in maniera cooperativa.

A tal scopo, durante l’elaborazione del proprio Quarto Rapporto Annuale, il Consorzio Tiberina prevede di poter contribuire ad una prossima occasione pubblica improntata a detto approccio costruttivo. Invita altresì a prender visione on-line del proprio ultimo documento programmatico “Perché la regione Tiberina ovvero <<Se non qui … dove?>>”.

Un aspetto importante da sottolineare è che questo senso combinato e trasversale del “custodire” può diventare – almeno nella regione Tiberina o in parti di essa – un ben preciso interesse delle popolazioni, passando dai generici enunciati alla corrente applicazione di concetti e politiche, con positive durature ricadute socio-economiche, occupazionali e nella qualità della vita.

Ciò dovrebbe portare alla costituzione del predetto Centro d’azione, la cui struttura – coerentemente a quanto sopra – è tutta da definire. Il Consorzio Tiberina resta dunque a disposizione, in questa fase, per arricchire quanto già contenuto nel Progetto CUSTODE.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.