CRISI, UIL: CON OLTRE 100 MILA LAVORATORI IN CIG LAZIO AL PRIMO POSTO

By on 17 Novembre 2014

“Con oltre 100 mila lavoratori in cassa integrazione e un aumento mensile di circa il 180% delle ore autorizzate, il Lazio si colloca al primo posto in Italia nella classifica delle regioni con gli aumenti maggiori di cig. Questo quanto emerge dai dati elaborati ed analizzati dalla Uil di Roma e del Lazio relativamente al mese di ottobre 2014”. Cos?na nota della Uil di Roma e Lazio. “Uno dei mesi peggiori dall’inizio della crisi a oggi – commenta il segretario generale della Uli di Roma e del Lazio, Pierpaolo Bombardieri – Dopo i dati devastanti dello scorso settembre, con aumenti che soltanto nella Capitale superavano il 70%, speravamo, se non in un calo, almeno in una stabilizzazione della situazione. Invece, le cifre ci confermano purtroppo che la crisi ?olto pi?rutturata: non a caso a crescere ?oprattutto il numero delle ore di cassa straordinaria che nelle province raggiunge picchi spropositati. A Frosinone ad esempio le ore di cassa straordinaria passano da circa 300 mila a settembre a oltre 9 milioni nel mese di ottobre. Situazioni analoghe anche a Latina e Viterbo, dove a settembre le ore autorizzate di cig straordinaria erano pari rispettivamente a 13.637 e a 2.924 per raggiungere ad ottobre circa 157 mila (Latina) e circa 92 mila (Viterbo). Fa eccezione la Capitale dove la cig straordinaria cresce soltanto del 6,1% rispetto al mese precedente, ma continua l’aumento esponenziale della cassa ordinaria che segna un +93,7%. Altre nuove crisi che continuano ad aprirsi nella Capitale – spiega Bombardieri – gi?o scorso mese denunciavamo una citt?llo sbando, adesso la situazione ?lteriormente precipitata e coinvolge anche settori finora meno colpiti”. “Il riferimento ?oprattutto all’artigianato dove le ore complessive di cig a settembre registravano un lieve calo e adesso raggiungono il pi?0%. Incrementi elevati anche per il commercio (+228,5%), l’industria (+189,2%) e l’edilizia (+74%). Non va meglio – agguinge – sul confronto annuo: rispetto a ottobre 2013 i lavoratori del Lazio in cassa integrazione sono aumentati di circa 45 mila unit? le ore di oltre l’80%, collocando cos?l Lazio tra le prime cinque regioni italiane ad aver subito l’incremento maggiore di cig anche su base annua. La mobilit?ei dipendenti di moltissime aziende di Roma e della regione sono purtroppo l’esempio concreto di quanto riportano i numeri – conclude Bombardieri – Nel complesso, emerge un quadro fortemente problematico destinato a peggiorare se non si interviene immediatamente con politiche sociali serie e incentivi al lavoro, oramai sostituiti da licenziamenti collettivi e mobilit?mprovvise. Le ultime vicende del teatro dell’Opera, di Milano 90, di molti call center, la chiusura di alcune emittenti private e cronache locali costituiscono soltanto gli ultimissimi esempi di una citt?ramai al limite della sopravvivenza”.

Pierpaolo Bombardieri: Segretario Confederale della Uil di Roma e Lazio

Pierpaolo Bombardieri: Segretario Confederale della Uil di Roma e Lazio

(Fonte Omniroma)

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.