Crimini informatici: il progetto europeo Of2cen contro le frodi bancarie

By on 1 Novembre 2013

crimini informaticiIQ. 01/11/2013 – Un progetto europeo di contrasto avanzato ai crimini informatici, sviluppato grazie a un consorzio di organizzazioni del settore privato e pubblico, con il finanziamento dell’Unione europea, nell’ambito del programma Prevenzione e lotta contro la criminalità. Questo è Of2cen (On-line fraud cyber centre and expert network), la piattaforma di information sharing, già in fase di sperimentazione, che dal prossimo anno sarà operativa per tutelarci dalle sempre crescenti minacce alla sicurezza basate soprattutto sui furti di identità, la clonazione di carte di credito e il phishing.

Alla presentazione del progetto al Polo Tuscolano di Roma lunedi 28, è intervenuto il ministro dell’Interno Angelino Alfano, insieme al capo della Polizia, Alessandro Pansa. «I cittadini italiani da oggi – ha sottolineato Alfano – possono stare più tranquilli sul fatto che lo Stato si prefigge di contrastare – e ci riuscirà – coloro che rubano l’identità elettronica o il codice della carta di credito, coloro che accedono abusivamente ai servizi bancari per commettere dei reati».

Il ministro ha evidenziato anche come grazie a questo nuovo servizio, sviluppato a livello europeo, sono state rafforzate le modalità di contrasto grazie proprio alla collaborazione tra sistema bancario, Procura nazionale antimafia e forze di polizia.

Per realizzare l’iniziativa, la Polizia postale e delle comunicazioni ha messo in campo il meglio delle sue competenze e tutta la sua esperienza: Of2cen, infatti, con la sua piattaforma di scambio informazioni, raccoglie le segnalazioni di operazioni sospette che vengono comunicate dalle banche alla polizia, facilita lo scambio di informazioni di indirizzi Ip e di dati bancari fraudolenti attraverso canali sicuri. Partner del progetto sono Abi Lab, Unicredit, Booz & Company, Global cyber security center, General inspector of romanian police, National crime agency.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.