Crescita economica, piano shock basato su incentivi fiscali.

By on 17 Marzo 2019

Rilanciare la crescita economica con un piano shock basato su incentivi fiscali, semplificazioni, nuovi investimenti e sblocco degli appalti. Lo ha consegnato il ministro dell’Economia Giovanni Tria, al premier Conte venerdì scorso secondo quanto riporta il Corriere della Sera. La proposta non conterrebbe alcuna correzione dei conti pubblici, evitando quindi una manovra bis che si rivelerebbe al momento controproducente. In pratica si tratterebbe di un’azione articolata di rilancio ”Concordata a livello di governo e unitaria”, come si spiega al ministero di via XX settembre.

Sul piatto anche nuove risorse per dare slancio all’ attività e tentare di ribaltare, nel secondo semestre, l’andamento dell’ economia, entrata in recessione quest’anno. Il piano di tria, riporta il Corriere, prevede spese aggiuntive per rifinanziare a giugno il fondo da 400 milioni di euro per i piccolissimi comuni previsto dall’ ultima legge di Bilancio e per finanziare un nuovo piano di incentivi fiscali alle imprese. il ministro del tesoro punterebbe poi su innovazioni normative d’ impatto, come sugli appalti pubblici. In particolare portare ai 5 milioni di euro previsti dalla direttiva Ue la soglia degli appalti che devono passare per le gare europee.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com