COLOMBO CLERICI: CANONI DI LOCAZIONE IN CALO DA ANNI

By on 27 Marzo 2015

Affitti in calo a Milano – Mancato rinnovo degli accordi sindacali per i contratti a canoni concordati: effetti negativi

ASSOEDILIZIA – Property Owners’ Association Milan Italy 
 
L’aumento degli sfratti dovuto all’accresciuta povertà dei cittadini
COLOMBO CLERICI: CANONI DI LOCAZIONE IN CALO DA  ANNI

Ad aggravare la situazione le diatribe tra i sindacati degli inquilini che di fatto bloccano il rinnovo dei contratti a canone concordato

La mancanza del rinnovo dell’ accordo locale per i contratti di locazione a canoni concordati pregiudica l’ azione pubblica.
—————–
Aumento degli sfratti, prevalentemente per morosità: non sono i canoni di locazione ad essere troppo alti,  sono i cittadini che, pesantemente colpiti dalla recessione, hanno sempre meno soldi da spendere. Infatti gli  affitti a Milano, fenomeno comune al resto del Paese, da anni stanno sensibilmente decrescendo.

Assoedilizia ha predisposto una scheda sintetica redatta sulla base dei contratti registrati. Si evidenzia un calo generalizzato, rispetto ai canoni previgenti all’inizio della crisi, attorno al 20-25 % e talora maggiore.

Uno dei provvedimenti che potrebbero soccorrere i ceti meno abbienti – il contratto di locazione a canone concordato – è fermo dal 1999 in quanto non è stato possibile addivenire al rinnovo dell’accordo locale tra associazioni dei proprietari e  sindacati degli inquilini piu’ recentemente a causa delle diatribe interne a questi ultimi.

In tale situazione hanno difficolta’ ad applicarsi, in contrasto con l’azione che l’ Amministrazione Comunale si propone di condurre, alcune provvidenze recentemente varate dal Governo, quali:
– La detrazione del 20 % del prezzo di acquisto per immobili da locare;
– La cedolare secca al 10 %.
– Il meccanismo del sussidio pubblico per la morosita’ incolpevole;

Questa situazione e’ peraltro di ostacolo alla possibilita’ per il Comune ( senza dover ricorrere ad alberghi, pensioni, residences, affittacamere) di prendere in locazione immobili da destinare ai meno abbienti ed ai bisognosi, ad esempio gli sfrattati, anche per un periodo transitorio.

Argonne/Piola. Dall’1.2.2015 Rinnovo di tutti i contratti abitativi con riduzioni del 20-25%.

Da tenere presente che oltre a diminuire i canoni, se si vogliono locare le unità immobiliari i proprietari devono accollarsi elevati costi per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria: impianti elettrici, idraulici, serramenti, pavimenti, imbiancatura ecc.

Il Presidente Assoedilizia Clerici, a Milano nel Cortile degli Spiriti Sapienti

Il Presidente Assoedilizia Clerici, a Milano nel Cortile degli Spiriti Sapienti

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com