Cgil, Cisl e Uil: “Migliaia di lavoratori per gridare basta al sindaco Marino”

By on 30 Ottobre 2013

campidoglioIQ. 30/10/2013 – Oggi CGIL, CISL e UIL hanno riunito migliaia di lavoratori di Roma Capitale in piazza del Campidoglio per gridare il proprio disappunto verso l’Amministrazione Roma Capitale, che dopo una campagna elettorale incentrata sulla valorizzazione del personale per una migliore offerta dei servizi, appena eletta si è palesemente contraddetta.

Lo dichiarano in una nota i Segretari di Cgil Di Cola,della Cisl Chierchia e della Uil Fpl Bernardini.

I lavoratori, i soli a garantire la continuità dei servizi ai cittadini, hanno diritto a risposte sollecite e chiare da parte della politiche e dell’Amministrazione su diversi punti essenziali:

Salvaguardia dei livelli salariali;

Salvaguardia e stabilizzazione di tutto il precariato;

Valorizzazione del personale attraverso lo scorrimento delle graduatorie interne, aperte e vigenti;

Scelte politiche chiare e univoche su: sicurezza, servizi sociali, servizi educativi e scolastici, servizi culturali;

Coerente organizzazione della macchina capitolina, decentramento e corretta gestione delle società partecipate, nell’ambito di un piano di razionalizzazione che possa restituire risorse ai dipendenti. Il 6 novembre il Vice Sindaco, con Delega al Personale, su pressione delle OO.SS., ha convocato il tavolo di confronto; sarà il momento di verifica e valutazione rispetto alle istanze di cambiamento che oggi hanno risuonato in piazza. In assenza di risposte concrete – concludono i sindacalisti – l’assemblea di oggi costituirà soltanto l’inizio di un ben più ampio ed aspro percorso vertenziale finalizzato al rispetto dei diritti e degli interessi legittimi dei lavoratori nonché dei cittadini che fruiscono quotidianamente dei tanti servizi capitolini.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.