Carabiniere ucciso, nuove tracce di sangue

By on 7 Agosto 2019

Nuove tracce di sangue presenti su diversi oggetti e indumenti all’interno della stanza e alcune impronte digitali “da verificare”. Elementi che, se confermati, confermerebbero il coinvolgimento di Gabriele Natale Hjorth nel concorso inomicidio e gran parte della ricostruzione operata dai pm. I carabinieri del Ris hanno rinvenuto decine di reperti durante le loro 5 ore di sopralluogo all’interno della stanza 109 dell’hotel Le Meridien Visconti di Roma, dove alloggiavano i due 19enni americani arrestati per l’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, la notte fra il 25 e il 25 luglio. Oltre al giovane italo-americano, in carcere a Regina Coeli c’è Finnegan Lee Elder, il ragazzo di San Francisco che ha confessato le 11 coltellate rifilate al militare.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.