Cade la prima testa nell’Ucrainagate, Kurt Volker.

By on 29 Settembre 2019

Cade la prima testa nell’UcrainagateKurt Volker, l’inviato speciale Usa in Ucraina, si è dimesso un giorno dopo la diffusione della denuncia di uno 007-talpa sulla telefonata in cui il presidente americano Donald Trump – nei cui confronti è stato chiesto l’impeachment – chiese a quello ucraino Volodymyr Zelenskyj di indagare padre e figlio Biden (Joe e Hunter). E, poi, sul tentativo di insabbiarla.

Il Dipartimento di Stato Usa ieri aveva confermato che Volker mise in contatto Rudy Giuliani, l’avvocato personale di Trump anch’egli al centro dell’Ucrainagate, con un alto collaboratore del leader ucraino Zelensky “su richiesta del consigliere presidenziale Andriy Yermak“. Ma precisando che il legale “non parlava per conto del governo Usa”. In una intervista a Sky News, Giuliani ha poi affermato che “vorrebbe testimoniare” al Congresso Usa, aggiungendo che il capo della Casa Bianca “non ha fatto proprio niente di sbagliato”.

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.