Bracciano: i numeri del consuntivo 2012

By on 25 Maggio 2013

BraccianoIQ. 25/05/2013 – Bracciano: i numeri del consuntivo 2012 illustrati dall’assessore al Bilancio Claudio Ciervo

Il provvedimento approvato dal Consiglio comunale il 21 maggio scorso. Rispetto del Patto di Stabilità, un avanzo di amministrazione di 733mila euro, aumento delle percentuali di copertura delle spese di alcuni servizi alla persona come la mensa scolastica, lieve flessione della spesa per il personale rispetto al 2011, un aumento dell’indice dell’autonomia impositiva, notevole calo dei trasferimenti statali.

Sono questi alcuni dati del Rendiconto Finanziario per l’Esercizio 2012 discusso ed approvato dal Consiglio comunale di Bracciano nel corso dell’ultima seduta del 21 maggio scorso. 

“Riguardo le entrate – ha sottolineato nella sua relazione l’assessore al Bilancio Claudio Ciervo – l’indice di autonomia finanziaria è aumentato passando dall’83,04 per cento del 2011 all’88,37 del 2012. Ciò essenzialmente per la nuova entrata dell’Imu accertata per circa 5 milioni e mezzo di euro e completamente incassata a febbraio 2013. La sua introduzione ha tuttavia – ha aggiunto Ciervo – ha comportato una diminuzione dell’incasso dell’addizionale Irpef comunale sui redditi fondiari relativi ad immobili non locati, oltre che del Fondo sperimentale del riequilibrio con tagli evidenti nei trasferimenti erariali scesi da 74,72 euro per abitante del 2011 a 25,63 euro per abitante nel 2012. Maggiori entrate si sono registrate inoltre per l’addizionale comunale Irpef, da 1 milione e 616mila euro circa a un milione 736mila euro circa del 2012. E’ cresciuto inoltre – ha commentato Ciervo – l’indice di autonomia impositiva dal 51,20 per cento del 2011 al 59,52 per cento del 2012. Un calo dell’entrate è imputabile sostanzialmente ai proventi della farmacia comunale scesi da 1.597.841,89 del 2011 a 1.223.464,10 del 2012. Diminuzione inoltre di 66mila euro dell’introito dovuto da altri Comuni che conferiscono alla discarica a seguito dell’introduzione della raccolta differenziata porta a porta. L’esercizio – ha detto ancora l’assessore Ciervo – ha registrato la positiva riduzione dell’indice di indebitamento pro-capite passato da 1373,77 euro del 2011 a 1320,09 euro del 2012 ciò anche al fatto che nel 2012 non sono stati contratti nuovi mutui”.

Per quanto riguarda le uscite Ciervo ha parlato di una diminuzione delle spese per il personale scese da 4.139.299,93 del 2011 a 4.124.288,54 del 2012. Per lo smaltimento dei rifiuti – ha aggiunto Ciervo – la spesa complessiva è stata di 2.671.755 euro. Tra le spese 53mila euro per custodia cani randagi e per interventi chirugici a gatti randagi oltre a 77mila euro circa per i Servizi di Protezione Civile”.

In riferimento ai servizi dell’ente a domanda individuale “il livello di efficacia ed efficienza – ha sottolineato Ciervo – si è mostratosoddisfacente in particolare per la mensa scolastica con una percentuale di copertura di spese del 67,36 per cento”. Nella discussione che è seguita i consiglieri di minoranza, tra i quali Pezzillo e Elena Carone Fabiani hanno messo in evidenza, spostando il dibattito sull’attuale fase di crisi della Bracciano Ambiente, sui 955mila euro di debiti fuori bilancio dovuti alla multiservizi facendo riferimento anche ad un passaggio della relazione del collegio dei revisori dei conti in cui si parla di “un potenziale squilibrio finanziario”. Prima dell’approvazione del conto consuntivo il sindaco, sottolineando tra le altre cose il parere favorevole nel suo complesso dell’organismo dei revisori dei conti, ha ribadito la convocazione a breve di un Consiglio comunale aperto nel corso del quale il Consiglio comunale darà i suoi indirizzi nella gestione futura della multiservizi comunale.

 

About Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.